R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

pratiditivo10.30.jpg

 

Ore 16.32. Arriva un comunciato stampa della Provincia che annuncia:

Da domani riaprono gli impianti di Prati di Tivo: seggiocabinovia e tapis roulant. Si stanno concludendo in queste ore, sotto una coltre di neve e con temperature gelide, le operazioni di manutenzione straordinaria degli impianti che la settimana scorsa, dopo il consenso unanime dei soci della Gran Sasso Teramano, sono stati affidati alla gestione dell’imprenditore marchigiano, Marco Finori coadiuvato da Alessandro Albosini (ingegnere e caposervizio di stazione sciistica proveniente dal comprensorio montano di Folgarida in Trentino).

Ora tutto è possibile – sottolinea il presidente Diego Di Bonaventura – sono stati giorni di trepidazione e di ansie ma da questo momento la stazione turistica teramana torna ad avere il suo valore aggiunto che è dato, non tanto dagli impianti in sé, ma dalla speranza di un progetto diverso dal passato, che rompa schemi e sovrastrutture culturali prima ancora che imprenditoriali. La nostra montagna merita idee nuove legate al paesaggio e all’unicità ambientale, ad una logica di comprensorio, rafforzata da una buona e curata strategia di marketing territoriale. Come ho detto sin dall’inizio della mia avventura in Provincia questa è solo una breve fase di passaggio: presto il bando pluriennale che assegnerà la gestione agli imprenditori che vorranno giocarsi con noi questa scommessa”.

 

Di Bonaventura coglie l'occasione per ringraziare i soci della Gran Sasso Teramano, in particolare la Regione Abruzzo - per l'impegno profuso e per i finanziamenti che hanno consentito la messa in sicurezza e la sistemazione della viabilità - e il liquidatore Gabriele Di Natale. "Un augurio perchè si possa lavorare bene e tutti insieme, operatori e amministratori locali guardando alla partita più grossa che ci attende" chiosa. 

In allegato le foto (scattate questa mattina) di Prati di Tivo dove sono al lavoro i mezzi della Provincia così come in tutta la fascia montana. Si ricorda che sulle strade montane e pedemontane è obbligatorio viaggiare con le catene a bordo o con le gomme termiche.

Ore 17.25 sempre la Provincia precisa con un dietrofront:

In riferimento al comunicato appena inviato si precisa che la cabinovia, domani, sarà in assetto pedonale (anche a causa del vento e della neve) e che il tapis roulant verrà messo in fuznione lunedì.

Dunque domani è aperta solo la cabinovia per poter andare in quota a passeggiare o a vedere la neve perchè non si scia in questo fine settimana.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni