R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

WhatsApp_Image_2019-09-03_at_14.29.18.jpegWhatsApp_Image_2019-09-03_at_14.29.24.jpegWhatsApp_Image_2019-09-03_at_14.32.47.jpegWhatsApp_Image_2019-09-03_at_14.28.38.jpegWhatsApp_Image_2019-09-03_at_14.29.05.jpeg

Eccoli i famosi O’Bellx arrivati in questi giorni ai Prati di Tivo. Sono di colore diverso per mimetizzarsi  meglio sul territorio. Domani dovrebbero (tempo permettendo) essere posizionati con l'elicottero. I lavori ai Prati di Tivo per la loro sistemazione erano partiti una settimana fa. Gli “Obelix” (O’Bellx) esploditori antivalanga di ultima generazione che limiteranno i rischi per sciatori e residenti nel corso della stagione invernale erano attesi da anni.
Un investimento di un milione e 200mila euro che è la parte più consistente del piano di sicurezza della stazione sciistica di oltre due milioni di euro totali finanziati dalla Regione Abruzzo con i fondi del Masterplan. I dieci O’Bellx posizionati su piccole piattaforme vengono collocati ogni inizio stagione con l’utilizzo di un elicottero e possono essere rimossi quando non servono permettendo così la messa in sicurezza dell’intero versante del Corno Piccolo soggetto a valanghe. Proprio la mattina del 18 gennaio 2017 una slavina di grandi entità raggiunse il residence “Prati di Tivo” provocando ingenti danni e per fortuna nessun ferito perché la struttura era deserta.
Un pericolo che nel corso degli ultimi anni è stato tenuto sotto controllo con il monitoraggio continuo da parte di una commissione valanghe nominata dall'amministrazione di Pietracamela e di un valangolo nominato dai gestori degli impianti. Ma grazie alle nuove attrezzature la sicurezza garantita sarà massima.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni