×

Avviso

Non ci sono cétégorie

WhatsApp_Image_2020-01-24_at_11.15.57.jpeg

E' il trasferimento sulla direttrice tirrenica, piuttosto che su quella Adriatica, la raccomandazione che arriva dal tavolo organizzato da Viabilità Italia, presso la prefettura di Teramo, agli autotrasportatori di lunga percorrenza. La riunione richiesta dal prefetto di Teramo, Graziella Patrizi, e alla quale hanno partecipato i rappresentanti delle Prefetture abruzzesi, marchigiane e pugliesra e dei centro operativi viabilità del Centro Est Italia, ha elaborato una sere di itinerari alternativi per la gestione delle criticità di viabilità che si stanno registrando in A14, a seguito di provvedimenti di limitazione della circolazione, con restringimenti della carreggiata, soprattutto in provincia di Teramo, in corrispondenza del Viadotto Cerrano. I tecnici consigliano, senza ordinanze di obbligo, l'utilizzo dell'autostrada A1 da Bologna in direzione Firenze/Roma, fino all'uscita per la A30 in direzione Bari e successivamente lo svincolo A16i n direzione Bari, per riprendere l'A14 a Cerignola, in Puglia. Lo stesso percorso, ma in direzione contraria, viene consigliato ai mezzi pesanti che si dirigono dal Su verso il Nord dell'italia. Questo percorso alternativo viene indicato soprattutto per i tragitti di lunga percorrenza e soprattutto per quelli provenienti o di ritorno all'estero. Gli itinerari suggeriti tra Moise/Abruzzo e il Centro Italia indicano, da nord, da Bologna l'A1 direzione Roma fino a innesto A24, poi svincolo Torano per A25 direzione Pescara, poi innesto A14 (e tragitto contrario verso A14 innesto A25 fino a Torano e direzione A1 per Firenze/Bologna). Le medie e breve poercorrenze tra le Marche e l'Abruzzo, prevedono l'utilizzo dellaviabilità alternativa tra Civitanova Marche, la statale 77 per Foligno fino all'innesto della statale 3 in direzione Roma/Orte e poi sull'A1 fino all'innesto su A24 per Torano e poi per A25 direzione Pescara, con percorso contrario per le percorrenze dal sud verso nord fino al rientro in A14 a Civitanova Marche.
Sulla base delle prime rilevazioni dei dati di traffico, avverte Viabilità Italia, è emerso anche che i maggiori picchi sulla Statale 16 tra Pescara e Pineto si concentrano tra le ore 12 e le ore 20 dei giorni feriali, soprattutto nella direttrice sud-nord. Pertanto, a coloro che non possono evitare di utilizzare la A14 nel tratto tra Pescara e Pineto, si suggerisce di programmare il proprio viaggio in modo da non trovarsi nell'area indicata nelle ore pomeridiane/serali.
Dal tavolo prefettizio è emersa pure la necessità di dare ampia comunicazione anche sui social media delle possibili soluzioni per alleggerire la presenza di autovetture e di mezzi pesanti sulla SS16, segnatamente per il traffico dall'estero. Impegni in tal senso sono stati assunti dagli enti proprietari della strada, a partire da Autostrade per l'Italia. Tutte le informazioni saranno veicolate sui Pannelli a Messaggio Variabile disponibili lungo la rete autostradale, e sui canali del C.C.I.S.S. (numero gratuito 1518, siti web www.cciss.it e mobile.cciss.it, applicazione iCCISS per iPHONE, il canale Twitter del CCISS), le trasmissioni di Isoradio, i notiziari di Onda Verde sulle tre reti Radio-Rai e sul Televideo R.A.I. pagina 640 e seguenti.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni