×

Avviso

Non ci sono cétégorie

WhatsApp_Image_2020-08-15_at_07.51.11.jpeg

WhatsApp_Image_2020-08-15_at_07.50.52.jpegWhatsApp_Image_2020-08-15_at_07.51.03.jpegWhatsApp_Image_2020-08-15_at_07.51.36.jpeg

E' trascorsa tutto sommato in maniera tranquilla la notte tra il 14 e il 15 agosto a Tortoreto anche se il resoconto vero e proprio di questo ferragosto con il Covid si potrà fare solo domattina quando è atteso il clou. Non sono mancati nei tratti di spiaggia a ridosso di quella libera, giovani che hanno "resistito" fino al sorgere del sole per poi, prima di tornare a casa, fermarsi al bar per un cappuccino ed un cornetto. Il rigore a Tortoreto c'è stato. A testimoniarlo anche il modesto quantitativo di rifiuti rispetto allo scorso anno, quando, ad esempio nel tratto di arenile del Sayonara furono raccolti oltre 400 buste di rifiuti. Molti ragazzi sapendo poi delle restrittive regole imposte dai comuni su tutta la costa hanno preferito tornare in cittàè e magari festeggiare con gli amici nell'entroterra.

Quest’anno, causa covid, a Roseto non sarà assolutamente consentito organizzare bivacchi sull’arenile e non sarà permesso di accendere falò.

E tra le altre cose, non ci saranno i fuochi d’artificio, spettacolo, quello di Roseto, tra i più belli delle estati abruzzesi. Ci saranno controlli serrati da parte della polizia locale e delle altre forze dell’ordine per evitare che si formino assembramenti. E c’è stato anche l’appello del sindaco Sabatino Di Girolamo per evitare che nella notte di Ferragosto il litorale rosetano diventi luogo dove il rispetto per le norme anti contagio non vengono prese in considerazione.

A Silvi, il Sindaco Andrea Scordella ha fatto un appello ai cittadini: « In questi giorni saranno intensificati – ha detto il sindaco Scordella – i controlli diurni e notturni con pattuglie della Polizia di Stato, dei Carabinieri e della Polizia Locale nei luoghi solitamente più frequentati e nei locali ed esercizi pubblici, compresi i bar, i ristoranti e gli stabilimenti balneari. Le norme e le disposizioni governative impongono tolleranza zero con pesanti provvedimenti a carico degli eventuali trasgressori, compresa la chiusura temporanea degli esercizi.

Ricordo infine che vige una mia ordinanza, emanata il primo luglio scorso che fa divieto assoluto di accesso alle spiagge libere dalle 21 alle 07 del mattino seguente. Quindi, per quest’anno niente falò e feste in riva al mare. Confido nella collaborazione di tutti».

Ad Alba Adriatica, il sindaco Antonietta Casciotti ha rivolto un messaggio a residenti e turisti.

«Assistiamo anche nella nostra provincia a comunicazioni relative a nuovi contagi al covid19”, ricorda il sindaco. Rinnovo l’invito a seguire le prescrizioni e le indicazioni raccomandate dalle autorità sanitarie così da poter consentire a tutti noi di vivere in sicurezza questo periodo estivo. Ciascuno faccia la propria parte con responsabilità ed equilibrio secondo il principio di leale collaborazione. Viviamo in sicurezza gli spazi di socialità riacquisiti con sacrifici».

GUARDA IL VIDEO

Le foto si riferiscono al lungomare di Tortorero Lido

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni