×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Riaprono gli impianti di Prato Selva. Ieri la Gran Sasso Teramano srl del presidente Marco Bacchion ha siglato il contratto che affida la gestione alla società Passione Montagna srl per i prossimi tre anni, fino alla stagione invernale 2016-2017 al costo complessivo di 25mila euro. Ad averla vinta, in questa lunga diatriba con tanto di gare andate deserte (ben due consecutive) e tutta una serie di polemiche rispetto al rischio di non vedere funzionare gli impianti “fratelli” di quelli dei Prati di Tivo, sono stati gli imprenditori di Fano Adriano che si sono, appunto, riuniti in una Srl presieduta da Corrado Pisciaroli. “Passione Montagna srl” ha ottenuto l’affidamento della stazione al prezzo di 25mila euro per tre anni. Le prime due gare andate deserte fissavano la base d’asta a 25mila euro all’anno: un prezzo tracollato alla luce dell’offerta presentata da Passione Montagna che verserà la medesima cifra ma per tutto il triennio. “Siamo soddisfatti dell’esito raggiunto che, di fatto, ha messo la parola fine alla serie di ostacoli burocratici che hanno caratterizzato questo lungo iter di individuazione del nuovo gestore di Prato Selva”, commenta il presidente della Gran Sasso Teramano, Marco Bacchion. “Siamo felici per questo nuovo inizio, sarebbe stato un peccato dover tenere ferma una struttura perfettamente attrezzata e funzionante come quella di Prato Selva. Al gruppo di imprenditori fanesi che si sono aggiudicati la gestione va il nostro più caloroso In bocca al lupo…E speriamo in un’estate ricca di turisti…”, conclude Bacchion. L’apertura degli impianti di Prato Selva avverrà non appena Passione Montagna srl avrà completato la fase dei collaudi relativi alla stagione alle porte. 225139_1056817135656_9160_n Prati_di_Tivo_impianti_copia

20140525-090329.jpg

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni