×

Avviso

Non ci sono cétégorie
La Coppa Interamnia ci sarà. Nonostante una corsa contro il tempo e l'ormai cronica carenza di risorse: si parte domenica 6 luglio alle 20.30, con la tradizionale parata inaugurale, per finire, poi, l'11 luglio. 141 le squadre iscritte al torneo, provenienti da 36 nazioni da 4 continenti. E così la 42esima edizione ha il sapore di un vero e proprio miracolo, per il patron Gigi Montauti che questa mattina ha ricevuto la promessa dal consigliere della Federazione Italiana Gioco Handball Franco Chionchio: "Nel 2015 porteremo all'Interamnia anche le squadre nazionali per potenziarne il livello tecnico". Già da domani si lavorerà per allestire campi e tribune in quella Piazza Martiri della Libertà che, da oltre 40 anni, fa da palcoscenico cittadino ad un evento entrato ormai a far parte della tradizionale internazionale dell'handball. Spetta alla giunta comunale la firma per l’impegno di spesa per la ditta incaricata di montare le tribune e i campi sintetici. Idem per l’utilizzo del Palasannicolò al momento in attesa di un certificato di sicurezza. E senza il palazzetto di San Nicolò infatti, bisognerebbe rivedere tutto il calendario dei tornei a meno di una settimana dall'avvio. Vera novità della Coppa è la fresca convenzione firmata tra l'associazione e l'Università di Teramo, come ha ricordato lo stesso rettore Luciano D'Amico, non nascondendo il desiderio di creare un tandem formativo tra la Coppa e i soggiorni previsti con l'Erasmus per tutti gli studenti stranieri che, per tre o sei mesi, vivono a Teramo. Ma la Coppa, come noto, non è solo il mondo che per una settimana viene a giocare in città ma è un mondo alla scoperta del territorio: non a caso l'organizzazione ripropone "Pietre e Popoli" con l'escursione ad Arsita nel parco nazionale del gran sasso; l'incontro con la spiritualità tibetana e con l'allegria panamense senza dimenticare che mercoledì 9 luglio si potrà seguire in piazza sant'agostino e in piazzetta del sole, su un maxischermo, la semifinale dei mondiale made in Brasile. Per la premiazione delle squadra vincitrici della Coppa bisognerà attendere venerdì 11 luglio: appuntamento in piazza martiri. la mattina dello stesso giorno l'Universitò di teramo si aprirà fisicamente al mondo, accogliendo le delegazioni straniere in gara. Quella più numerosa? La danese con 8 club, 43 squadre per un totale di 535 persone al seguito. Secondo posto per l'Italia mentre sarà il Nepal la squadra under 16 alla sua primissima esperienza alla Coppa. Unica squadra universitaria, dall'Iran, la squadra dell'Università di Teheran. Il sindaco Brucchi ha voluto ringraziare ancora una volta, pubblicamente, lo straordinario lavoro svolto e l'estrema generosità dell'operato di Guido Campana: "Non è il ruolo che fa l'uomo Campana..."A lui, la neo assessore allo Sport, Francesca Lucantoni, ha chiesto consigli e suggerimenti per ottimizzare il lavoro del Comune "al servizio" della Coppa Interamnia. COPPA

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni