×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Per la prima volta in Italia, nove ragazzi autistici, in cura a un centro del servizio sanitario nazionale, hanno trascorso una vacanza, con valenza riabilitativa, in un albergo insieme ai clienti ospiti. L'idea, destinata ad aprire uno scenario inedito e a fare scuola nel campo, è stata promossa e attuata dal Centro di riferimento regionale di autismo dell'Aquila, diretto dal professor Marco Valenti. I ragazzi, tra i 12 e 19 anni, maschi e femmine, hanno trascorso la 'speciale' vacanza in un albergo di Alba Adriatica, socializzando, giocando e persino ballando con gli altri ospiti dell'hotel, dal 21 al 28 giugno scorsi. Iniziativa attuata in collaborazione con la 'Casa di Michele' di Collemaggio, struttura di riabilitazione.  I 9 ragazzi, dopo una selezione tra i 18 pazienti gestiti attualmente dal centro regionale di autismo dell'Aquila, sono stati inseriti nel progetto denominato "Autismo mare 2014". E così, grazie a un'accurata organizzazione medica, di supporto e logistica ( anche e soprattutto con i gestori dell'albergo), i nove giovani hanno trascorso una settimana in un hotel di Alba Adriatica, da 'ospiti ordinari', senza particolari restrizioni, come sottolineano i medici del centro dell'Aquila. "Un'esperienza pienamente riuscita - spiega il professor Valenti, - che è andata ben oltre l'idea della vacanza. Un doveroso riconoscimento anzitutto al personale della nostra Asl, agli operatori e alla Federalberghi della provincia di Teramo". Secondo il dottor Vittorio Sconci, direttore dipartimento salute mentale della Asl 1, "è un primo passo verso un deciso cambio di passo nell'organizzazione dei servizi per l'autismo

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni