R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie
2618084-amedeo_p Nuovo metodo per il trattamento dei tumori all'ospedale di Teramo. È infatti in funzione il nuovo acceleratore lineare di ultima generazione in dotazione del reparto di Radioterapia. Oggi il primo paziente. Si tratta del Trilogy-Varian e a questo apparecchio non viene solo affidato il compito di rendere ancor più efficace e meno invasivo il trattamento terapeutico ma anche di accorciare le liste di attesa. Affetto da neoplasia prostatica, il primo paziente sarà sottoposto a 38 sedute con tecnica Igrt, vale a dire con radioterapia guidata da immagini. Questa tecnica, proprio perché permette di tenere sotto stretto controllo visivo la massa tumorale da trattare, consente di indirizzare il fascio di radiazioni con precisione millimetrica. Anche i tempi di terapia vengono accorciati a 20 minuti. "L'uso di questa macchina ridurrà notevolmente la tossicità della terapia per gli organi che si trovano più vicini al tumore - dice il dottor Amedeo Pancotti, direttore di Oncologia - con questa nuova apparecchiatura, la Asl di Teramo fa un passo da gigante nella cura del cancro". Di grandi speranze per tutti i malati oncologici parla anche il direttore del Dipartimento di Tecnologie pesanti della Asl di Teramo, Francesco Fabiani: "Oggi il primo paziente del nostro Trilogy non ha avuto nessun problema, la macchina ha funzionato alla perfezione, così come tutta l'organizzazione del Servizio di Radioterapia, in collaborazione con il Servizio di Fisica Sanitaria. Ed è in programma anche l'avvio dell'attività di un nuovo cineangiografo che sarà completamente dedicato alla radiologia interventistica e, in particolare, alla neuroradiologia".

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni