×

Avviso

Non ci sono cétégorie
"E' vergognoso, stiamo provando a contattare la Polizia Municipale e il numero risulta staccato". La denuncia arriva in redazione da un residente di Via Delle Plaje a Villa Mosca. "La strada è irriconoscibile, ci sono venti centimetri di neve. E alle 13 non sono potuto andare nemmeno a riprendere, con la macchina, le mie bambine che vanno alla Scuola Risorgimento perchè era pericolosissimo anche solo mettersi alla guida". Incalza il cittadino infuriato contro Vigili Urbani e Comune di Teramo: "Si sapeva da giorni di questa nevicata...Addirittura si sapeva da giorni l'ora in cui avrebbe iniziato a nevicare. E cosa decide il sindaco? Che le scuole chiudono solo domani? E come pensava che si sarebbe andati a riprendere i bambini a scuola se le strade versano in condizioni pietose?". Adiratissimo il cittadino annuncia una denuncia al Prefetto "perchè bisogna che venga messo un limite a questo stato di cose".  Altra situazione critica è la caduta degli alberi: in via Cavour, per quanto riguarda il centro, e la salita per l'ospedale Mazzini. Ma l'allerta neve si sta sommando, purtroppo, all'emergenza "energia elettrica". A macchia di leopardo, da questa mattina, si stanno letteralmente "spegnendo" case, negozi, esercizi pubblici. La luce non c'è. Prima Castrogno, poi Colleatterrato, poi Colleparco, poi Villa Mosca. Luce ad intermittenza alla Gammarana. Le utenze ko sono migliaia a Teramo città. La motivazione sarebbe nell'interruzione di un ponte. Ma nessuno sa indicare i tempi di ripristino dell'importante servizio.   IMGsss4  

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni