×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Il marchio della Bontempi come noto, al prezzo di un milione di euro, è andato alla Icom, così come deciso dal giudice fallimentare Giovanni Cirillo in un’udienza di un mese fa in Tribunale a Teramo. Udienza in cui furono presenti alcuni lavoratori, usciti fortemente delusi. Domani mattina in Regione ci sarà un tavolo per discutere delle prospettive per chi è tuttora fuori. Per la Fictem Cgil ci sono ancora margini per i lavoratori, ma serve una chiara volontà della proprietà. Per questo domani, alle 13.30, si terrà un incontro sulla Bontempi in Regione con sindacati, commissari, proprietà, Provincia e assessore Giovanni Lolli. GUARDA IL SERVIZIO (CLICCA QUI) bontempi_fabbrica

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni