R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Due giorni fa, su questo sito, abbiamo ospitato la lettera dei genitori di un bambino del Coro Nisea (questa lettera), che esprimevano una serie di perplessità sul fatto che la prevista serata di presentazione e proiezione del film "La Scelta" di Michele Placido, alla realizzazione del quale il coro Nisea  ha preso parte perché coinvolto dal musicista  Luca D'Alberto, autore della colonna sonora, prevedesse il pagamento di un biglietto. In risposta, abbiamo ricevuto una curiosa mail, che riteniamo giusto pubblicare e commentare. A cominciare dalla mail....benché la mail ufficiale del coro sia Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., la mail che abbiamo ricevuto e che ha per oggetto " RICHIESTA RETTIFICA" ci giunge da un indirizzo pec della giustizia tributaria, del tipo appartenente ai giudici tributari.  Nell'attesa di conoscere dal  Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria, cui gireremo la comunicazione, se sia lecito l'uso di una pec  "giudiziaria" anche per motivi riguardanti i cori teramani, passiamo alla lettura. La mail si compone di due allegati, il primo in carta intestata Nisea e il secondo no.   Cominciamo dal primo.   Oggetto: Richiesta rettifica   Spett. Direttore, in allegato alla presente inviamo una dichiarazione a firma di tutti i genitori (nessuno escluso) dei ragazzi del Coro di voci bianche Nisea che hanno partecipato alle riprese del film “La Scelta” in cui vengono smentiti i contenuti dell’articolo <<SCOPPIA LA POLEMICA SUL FILM DI PLACIDO E IL CORO TERAMANO: “PERCHE’ DOBBIAMO PAGARE PER VEDERE NOSTRO FIGLIO”?>> pubblicato sulla testata on line “Certa Stampa”. Pertanto, la lettera del sedicente genitore pubblicata sul vostro sito è palesemente falsa. La invitiamo e diffidiamo, quindi, a cancellare dal web l’articolo ed a rettificare e smentire quanto già pubblicato entro il termine di 12 (dodici) ore dal ricevimento della presente con la precisazione che in difetto si procederà ai sensi della legge 47/1948 (recante disposizioni sulla stampa) per tutelare le ragioni dell’Associazione in tutte le sedi competenti (civili e penali). Inoltre, in aggiunta a quanto contenuto nel documento allegato, teniamo a precisare che:
  • il M° Michele Placido interverrà alla serata in modo del tutto gratuito e senza alcuna spesa a carico dell’organizzazione;
  • il ricavato dei biglietti dell’evento non va a beneficio dell’Associazione Nisea;
  • il Comune ha semplicemente inteso assegnare il patrocinio alla manifestazione, riconoscendone l’indiscusso valore culturale per la Città di Teramo;
  • l’attività dell’Associazione Nisea è sempre stata caratterizzata da impegno, serietà ed umiltà, prerogative della direttrice musicale Claudia Morelli che da oltre dieci anni collabora nell’Accademia nazionale di Santa Cecilia e nel Teatro dell’Opera di Roma al fianco dei più grandi direttori d’orchestra della scena internazionale.
  E questa è invece la lettera dei genitori, su carta semplice   Spett. Direttore, in riferimento all’articolo apparso su “Certa Stampa” del 11.04.2015 dal titolo <<SCOPPIA LA POLEMICA SUL FILM DI PLACIDO E IL CORO TERAMANO: “PERCHE’ DOBBIAMO PAGARE PER VEDERE NOSTRO FIGLIO”?>>e alle numerose informazioni in esso riportate dal contenuto palesemente falso, teniamo a precisare quanto segue:
  1. Nessuno dei sottoscritti ha inviato alcuna lettera alla testata giornalistica “Certa Stampa”
  2. Ogni ragazzo del coro ha ricevuto in omaggio tre biglietti per la serata del 13 aprile p.v.;
  3. Le famiglie dei ragazzi, pertanto, non devono pagare alcunché per assistere alla proiezione del film;
  4. Ognuno di noi ha deciso di acquistare ulteriori biglietti per coinvolgere nell’evento familiari ed amici;
  5. Siamo entusiasti della partecipazione di nostro figlio alle riprese del film;
  6. Durante il periodo di permanenza a Bisceglie la produzione Charlot si è dimostrata sempre attenta ad ogni esigenza assicurando a nostro figlio una bellissima accoglienza;
  7. Siamo entusiasti della partecipazione di nostro figlio all’evento del 13 aprile p.v. che verrà ricordato da tutti noi come una festa meravigliosa;
  8. Siamo felici della pubblicità e della visibilità assunte dall’evento dovuta alla partecipazione di un grande artista di fama internazionale come Michele Placido.
    segue un elenco di nomi e cognomi di genitori e dei figli componenti il coro,   DETTO QUESTO Visto il tono "ufficiale" assunto dal Coro Nisea, crediamo sia doveroso replicare, alla luce delle inaccettabili considerazioni, delle giustificazioni non richieste e dei marchiani errori contenuti nelle due lettere. E lo faremo punto per punto, perché nulla resti di poco chiaro. Con una premessa, che pubblichiamo in neretto perché sia chiara: LA LETTERA DEI GENITORI E' VERA, gli autori sono DUE GENITORI CON I QUALI LA DIREZIONE DI CERTASTAMPA HA RAPPORTI DI CONOSCENZA PERSONALE. I nomi non sono stati e non saranno mai resi noti (nonstante qualche vergognoso tentativo messo in atto da altri genitori, anche coinvolgendo minori) in ossequio alla richiesta degli interessati e al segreto professionale che la legge riconosce ai giornalisti. Chiaro? Bene, passiamo alle risposte: in merito alla diffida: 1) se si citano le leggi, sarebbe il caso di conoscerle: scrivere ".... smentire quanto già pubblicato entro il termine di 12 (dodici) ore dal ricevimento della presente con la precisazione che in difetto si procederà ai sensi della legge 47/1948 (recante disposizioni sulla stampa) per tutelare le ragioni dell’Associazione in tutte le sedi competenti (civili e penali)", significa non sapere che la legge 47/1948 è stata modificata dall'articolo 42 della legge 416 del 1981 e che i giorni per la pubblicazione delle rettifiche sono sempre stati due. Dodici ore è un termine del tutto inventato e che assume, vagamente, nella vostra lettera un tono intimidatorio. 2) Definire "palesemente falsa" la lettera pubblicata sul nostro sito è gravemente lesivo della nostra dignità professionale, sottintende un venir meno del nostro obbligo di verifica, ci accusa di pubblicazione di notizie non vere, è gravemente offensivo  e sarà pertanto oggetto di tutela in tutte le sedi.   3) voi dite: il M° Michele Placido interverrà alla serata in modo del tutto gratuito e senza alcuna spesa a carico dell’organizzazione e chi ha detto il contrario?
  • il ricavato dei biglietti dell’evento non va a beneficio dell’Associazione Nisea;
bene, buono a sapersi, allora a beneficio di chi va?
  • il Comune ha semplicemente inteso assegnare il patrocinio alla manifestazione, riconoscendone l’indiscusso valore culturale per la Città di Teramo;
falso; il Comune ha anche concesso GRATUITAMENTE il Teatro Comunale.
  • l’attività dell’Associazione Nisea è sempre stata caratterizzata da impegno, serietà ed umiltà, prerogative della direttrice musicale Claudia Morelli che da oltre dieci anni collabora nell’Accademia nazionale di Santa Cecilia e nel Teatro dell’Opera di Roma al fianco dei più grandi direttori d’orchestra della scena internazionale.
Nessuni ha mai sostenuto il contrario, perché spiegarlo?   In quanto poi alla lettera dei genitori, nello spiegare ai signori del Coro Nisea  che, secondo prassi, lettere del genere andrebbero inviate in copia scannerizzata con tutte le firme VERE dei genitori, per questo non ne pubblichiamo i nomi, va detto:
  1. Nessuno dei sottoscritti ha inviato alcuna lettera alla testata giornalistica “Certa Stampa”
 Padroni di crederlo, noi confermiamo l'esistenza della lettera e del contenuto e, come detto, non renderemo noti i nomi degli autori.   2 Ogni ragazzo del coro ha ricevuto in omaggio tre biglietti per la serata del 13 aprile p.v.; Le famiglie dei ragazzi, pertanto, non devono pagare alcunché per assistere alla proiezione del film; La lettera, ci pare, più in generale contestava l'esistenza del biglietto...   3 Ognuno di noi ha deciso di acquistare ulteriori biglietti per coinvolgere nell’evento familiari ed amici; Ne saranno felici i beneficiari dell'incasso   4 Siamo entusiasti della partecipazione di nostro figlio alle riprese del film;  Chi l'ha messo in dubbio?   5. Durante il periodo di permanenza a Bisceglie la produzione Charlot si è dimostrata sempre attenta ad ogni esigenza assicurando a nostro figlio una bellissima accoglienza; Chi l'ha messo in dubbio?   6. Siamo entusiasti della partecipazione di nostro figlio all’evento del 13 aprile p.v. che verrà ricordato da tutti noi come una festa meravigliosa; Contenti voi, contenti  tutti   7. Siamo felici della pubblicità e della visibilità assunte dall’evento dovuta alla partecipazione di un grande artista di fama internazionale come Michele Placido Come sopra: contenti voi, contenti tutti   In conclusione, ma solo ed esclusivamente a titolo di curiosità, il service dell'evento, che appare anche sulle locandine in qualità di sponsor, è la stessa A&W già organizzatrice del concerto di Marina Rei, che fu momento clou di quel favoloso capodanno teramano sul quale la Procura della Repubblica ha aperto un'inchiesta?

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni