×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Provincia Il consiglio provinciale di Teramo approva il piano quinquennale e annuale per il contenimento dei cinghiali: le battute di caccia dovrebbero cominciare entro i primi dieci giorni di maggio. Approvato anche un atto di indirizzo che prevede che entro trenta giorni "venga predisposto un regolamento per il risarcimento dei danni che affronti gli aspetti riguardanti l'accertamento, le misure di prevenzione, le finalità, gli indenizzi". Con i due Piani si definiscono la quota di prelievo per ogni ambito territoriale, le modalità di contenimento e i periodi. In Consiglio, ieri sera, sono stati accolti quattro emendamenti (presentati dai due ATC e dai consiglieri Massimo Vagnoni e Graziano Ciapanna): fra le altre cose si prevede che vengano realizzati annualmente dei censimenti primaverili a supporto dei dati in possesso dall'ente su danni e abbattimenti e che ci sia un "abbattimento minimo di sei capi anche in quei distretti dove la quota di contenimento è pari a zero". Tra le principali novità introdotte: la destinazione differenziata del territorio, interventi di prevenzione con recinzioni elettrificate, detonatori a gas e colture a perdere, una task force di cacciatori di pronto intervento coordinati dalla Polizia Provinciale che agiscano tempestivamente in caso di danno rilevato dagli agricoltori; una linea telefonica con reperibilità messa a disposizione dalla Provincia metterà a disposizione; sul sito web dell'Ente verrà aperta una pagina sull'argomento con indicazioni utili per gli interessati, la pubblicazione di una cartografia provinciale (Carta del rischio danno 2015) dove settimanalmente verranno aggiornati i dati sui danni per localizzare gli interventi.(ANSA).

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni