×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Sono tornati a protestare sotto palazzo di città associazioni e familiari dei disabili teramani su cui è piombata, come una mannaia, la notizia della compartecipazione e per molti l'esclusione dal servizio di assistenza domiciliare. Un incontro davanti alla fontana dei due leoni col sindaco Maurizio Brucchi e alla presenza di alcuni consiglieri di minoranza. Le associazioni chiedono l'immediata revoca della delibera. Brucchi li ha convocati per il prossimo 25 agosto alle 10 ma la protesta non si ferma, anzi, perchè tutti vogliono sapere con quali soldi potranno permettersi il servizio fino a quella data. Per ore le famiglie sono state su in Comune, hanno incontrato a lungo anche l'assessore Valeria Misticoni che non ha dato però garanzie di revoca della delibera: "Valuteremo con la ragioneria...", ha dichiarato. Ma le famiglie sono già allo stremo. E non vogliono doversi affidare al Centro di Sant'Atto come panacea per tutti i mali: "Ci risiamo...vogliono ghettizzare persone che invece hanno bisogno di stare tra la gente?" GUARDA IL SERVIZIO (CLICCA QUI) PROTES

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni