R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

incidentetortoCarabinieri del Comando Compagnia di Alba Adriatica, coordinati dal Ten. Col. Emanuele Mazzotta, al termine di articolate e prolungate indagini condotte nell’immediatezza del grave sinistro stradale avvenuto alle prime ore del mattino dello scorso 23 agosto sul Lungomare Sirena di Tortoreto, in cui rimasero feriti tre giovani, di cui uno in prognosi riservata per trauma cranico-facciale, successivamente sottoposto a delicato intervento chirurgico maxillo-facciale, uno con 20 gg. di prognosi e la terza (conducente) con gg. 10 di prognosi, hanno identificato e rimesso una dettagliata informativa al Sostituto Procuratore di Turno della Procura della Repubblica presso i Tribunale di Teramo – Dott. Stefano Giovagnoni – a carico di un giovane rumeno S. R. 26enne residente a Giulianova.
Il ragazzo deve rispondere di lesioni personali stradali gravi, fuga del conducente in caso di lesioni ed omissione di soccorso.
Nell’immediatezza dei fatti, al fine di riscostruire l’esatta dinamica del sinistro stradale in argomento, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile – diretti dal Lgt. c.s. Luigi Colazzo – avevano accertato che un’autovettura Ford, mentre percorreva in direzione sul lungomare, al termine della manovra di sorpasso della Fiat Panda con i tre giovani a bordo, aveva leggermente urtato con la parte posteriore destra quest’ultimo veicolo nella parte anteriore sinistra, che ne aveva provocato il rovesciamento sul fianco sinistro e lo scarrocciamento per alcuni metri. Al termine dello spostamento trasversale la Fiat Panda era andata in collisione - con la parte superiore dell’abitacolo - contro tre altre autovetture regolarmente parcheggiate sul margine destro della carreggiata. Il conducente della Ford, sebbene accortosi di quanto causato, si era subito dato alla fuga allontanandosi e facendo perdere le proprie tracce, mentre i feriti, prontamente soccorsi dai Vigili del Fuoco di Nereto che hanno dovuto estrarli dalle lamiere contorte ed accartocciate, sono stati immediatamente trasferiti presso i nosocomi di Giulianova e Teramo.
Grazie al meticoloso lavoro dei Carabinieri che hanno ascoltato numerosi testimoni e setacciato l’area alla ricerca di telecamere a circuito chiuso che avessero immortalato il sinistro sono riusciti pian piano a ricostruire l’esatta dinamica, ma nulla portava al “pirata della strada”, che rimaneva al momento ignoto ed al modello della vettura che si sapeva essere solo una Ford di colore nero.
Le indagini e l’escussione di altri testimoni hanno condotto i Carabinieri sulla strada giusta che ha portato ad individuare l’autovettura risultata essere una Fiesta e successivamente il conducente, autore della paurosa carambola. Nel contempo veniva individuata in Giulianova anche l’autovettura che era stata parcheggiata in una zona isolata in una strada di campagna ed in modo tale da non fare vedere le ammaccature riportate a seguito dell’urto. L’autovettura in questione è stata posta sotto sequestro, mentre al conducente è stata ritirata la patente di guida, oltre a comminargli tre contravvenzioni al CdS per divieto di sorpasso in cento abitato, manovra di rientro pericolosa e velocità non commisurata in centro abitato, per un importo di poco superiore alle 200 €uro.
Indagini sono tuttora in corso

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni