R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
  • ENEL PUNTO
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

vincenzocaporaleNon c'è stato alcun doppio rimborso»: così l'avvocato Gennaro Lettieri dopo la condanna per peculato a due anni e sei mesi (in primo grado) dell'ex direttore dell'istituto Zooprofilattico Vincenzo Caporale. Dice Lettieri: «Il tribunale ha ritenuto colpevole Caporale del solo fatto che le spese di pernottamento a Parigi, città nella quale si recava quale componente e poi presidente di commissione dell'Oie (organismo mondiale della sanità animale), sono state (correttamente e doverosamente) rimborsate dall'Izs. L'accusa da ultimo (tutte le precedenti imputazioni faticosamente elaborate nel corso del processo sono state archiviate) ha legato le sue sorti al mero rimborso del pernottamento effettuato dall'Izs, rimborso legittimo e dovuto. Si è affermato che percependo la diaria (dall'Izs) e il per diem (dall'Oie), due indennità forfettarie (200 euro l'una) che consentono di far fronte al vitto e alla spese minori, con tali somme Caporale avrebbe dovuto far fronte al pagamento delle spese di pernottamento. L'ipotesi contestata è priva di ogni fondamento logico e giuridico, nonchè di ogni appiglio normativo ed è il frutto di un residuale preconcetto che il processo aveva demolito».

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni