×

Avviso

Non ci sono cétégorie

foto polizia stradale 19 6 2017La gita fuori porta, l'idea di Pasquetta al mare: in che modo si riuscirà a contenere le abitudini? Il Viminale teme il bel tempo e si predispone a controlli più serrati. Nei prossimi giorni verrà emessa la circolare di Pasqua, quella che viene fatta ogni anno per regolare i controlli, ma questa volta sarà tutta calibrata sul coronavirus e su come limitare le fughe dei cittadini.

Due le preoccupazioni principali per le forze dell'ordine: quella che riguarda i lavoratori che vivono al Nord ma hanno origini meridionali, e quella su chi possiede una seconda casa in luoghi di villeggiatura. Il timore, si legge sul Messaggero,  è che le migliaia di persone che abitano in Lombardia, in Piemonte e nelle altre regioni industriali, stiano pensando in queste ore, alla maniera più facile per raggiungere i parenti al Sud. Sono numeri alti quelli di cui si parla, per questa ragione si stanno predisponendo controlli mirati della polizia ferroviaria e stradale. Tante le sanzioni emesse in questi ultimi giorni, e questo potrebbe derivare dal fatto che la curva del contagio in leggera discesa, potrebbe aver generato un maggiore senso di tranquillità nelle persone, facendole, cosí, uscire con più facilità da casa. Si stanno muovendo per contenere la smania di villeggiatura, anche i sindaci e i prefetti.

La fuga verso le seconde case era già avvenuta all'inizio di marzo, quando le scuole sono state chiuse e diversi uffici hanno spostato il lavoro nelle abitazioni. Poi, però, la preoccupazione di ammalarsi fuori dalla propria regione o in piccole località, ha creato un flusso di ritorno nelle città. Ma le cattivi abitudini non sembrano essere state perse e, quindi, il Viminale ha deciso di predisporre pattugliamenti più rigorosi e posti di blocco anche nelle zone di mare e di montagna. Verranno intensificati i controlli sulle spiagge e nelle aree verdi non recintate.

Il mese di aprile è iniziato con un'impennata di multe e segnalazioni all'autorità giudiziaria. Il bollettino del ministero dell'Interno parla di quasi 15mila violazioni in soli due giorni.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni