×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Imprenditore pescarese condannato per abusi sessuali su una 15enne a 14 mesi, col divieto assoluto di svolgere qualsiasi lavoro che abbia a che fare con la presenza di minori. L'uomo, appena 40enne, era finito a processo con l’accusa di aver molestato una adolescente figlia di amici di famiglia. Per lui il pubblico ministero Irene Scordamaglia aveva chiesto la condanna ad un anno e otto mesi. L'uomo, sentito in aula, si è sempre difeso negando di aver sfiorato la ragazza. I fatti risalgono a settembre del 2011, quando la ragazza aveva 15 anni. L’uomo era stato invitato a cena dai genitori della ragazza di cui era amico. Ad un certo punto della serata, dicendo agli altri commensali che doveva andare in bagno, sarebbe entrato nella stanza della 15enne e dopo averle chiesto un bacio le avrebbe messo le mani addosso, toccandola nelle parti intime. Alla luce del racconto reso dalla ragazza ai genitori era scattata la denuncia e il rinvio a giudizio del piccolo imprenditore. Ieri la condanna contro cui l'uomo presenterà, tramite il suo legale, ricorso in Appello.  tribunale-teramo-3

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni