• MCDONALDS
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

Si è tenuta nella tarda mattinata di oggi, in Palazzo Melatino a Teramo, sede della Fondazione Tercas, la cerimonia di premiazione di Camilla Di Giuseppe, 16enne di Roseto Degli Abruzzi, iscritta presso l’Istituto Scolastico Curie di Giulianova, vincitrice della Borsa di studio istituita grazie alla collaborazione tra Intercultura e Fondazione Tercas

A seguito del concorso indetto da Intercultura, che da oltre 70 anni sviluppa programmi di studio per adolescenti delle scuole superiori con l’obiettivo di sviluppare un comune senso di cittadinanza globale, la studentessa premiata quest’anno potrà vivere un’importante esperienza di vita e di studio all’estero, nell’anno scolastico 2024-2025 in Honduras.

intercultura_foto_1.jpg 

La Fondazione Tercas, che ha già confermato il proprio impegno anche per il prossimo anno scolastico (2025-2026), dal 2016 ad oggi ha permesso già a 6 studenti di studiare all’estero e accedere così a un’inestimabile opportunità di formazione all’internazionalità e all’interculturalità. 

Ad accogliere lei e la sua famiglia, la Presidente della Fondazione Tercas, Tiziana Di Sante e la Responsabile per lo sviluppo del volontariato del Centro Ovest diIntercultura, Francesca Aloisio, assieme a Piero Assenti e agli altri volontari di Intercultura di Teramo, che hanno seguito Camilla e gli altri 5 vincitori del concorso Intercultura, nelle diverse fasi del percorso di selezione e formazione.

Tappe fondamentali per prendere consapevolezza dell’esperienza che si accingono a vivere e a dotarsi degli strumenti utili per arrivare preparati a vivere al meglio i mesi che trascorreranno all’estero. 

Una parte dell’incontro, è stata dedicata alla testimonianza di Joshua, lo studente che ha trascorso un semestre scolastico all’estero con Intercultura in Brasile, grazie alla borsa di studio promossa da Intercultura e Fondazione Tercas nel precedente anno scolastico.

Nel corso della cerimonia, Fondazione Tercas ha annunciato la conferma del proprio sostegno ai programmi di Intercultura anche per il prossimo anno scolastico.