• MCDONALDS
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

448929057_1259171575197594_4033383891641136363_n.jpgScreenshot_2024-06-24_alle_04.39.34.pngIl cadavere di un ragazzino di 15 anni è stato trovato riverso tra le sterpaglie  a Pescara, nei pressi dei Parco Baden Powell vicino ad un sottopassaggio della ferrovia. Il corpo dell’adolescente, di origini straniere, presenterebbe ferite da arma di taglio. Sul posto si è recato anche il capo della procura di Pescara Giuseppe Bellelli, mentre le indagini sono coordinate dalla Polizia di Pescara. L’ipotesi è che il ragazzo sia stato accoltellato al culmine di una lite.
L'hanno lasciato riverso a terra, faccia in giù tra le sterpaglie, come si abbandona un sacco di rifiuti. E' la terribile storia di un omicidio che sconcerta soprattutto per l'età della vittima aveva sì e no 15 anni. Una lite tra spacciatori, per smerciare soprattutto hashish. O forse il ragazzo è stato vittima di un regolamento di conti per uno sgarro legato proprio alla droga, un fatto di quelli che si consumano al riparo da occhi indiscreti, tra gli alberi e le siepi di un parco. 
Spacciatori giovani, baby gang che si contendono le piazze cittadine dello spaccio e che già in questo scorcio di inizio estate si sono resi protagonisti di aggressioni sulla riviera.
Il medico legale Cristian D'Ovidio, è stato chiamato per una prima verifica sulle cause del decesso e sulla dinamica dell'accaduto. Sarà lui di lì a poco a confermare la morte per accoltellamento con una lama dentellata, un coltello da sub.