×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Lascia il carcere di Castrogno, a distanza di un anno e quindici giorni, Camillo Fratini, 58 anni, teramano, proprietario del night Freeway 2 di Casemolino di Castellalto. Fratini era in carcere dal 22 ottobre 2013 e ieri sera, come disposto dal giudice Flavio Conciatori con apposita ordinanza, ha potuto lasciare il penitenziario e tornare libero. Per lui, il giudice ha disposto l'obbligo di dimora a Teramo, accogliendo così l'istanza di sostituzione della misura cautelare in carcere dei due difensori, l'avvocato Giacinta Cingoli e Marco Sgattoni. Fratini finì in manette durante un blitz notturno dei carabinieri all'interno del locale di Casemolino gestito insieme al figlio Fabrizio e alla fidanzata del figlio, Francesca Amici (entrambi con obbligo di dimora a Teramo): tutti e tre sono a processo con l'accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Mentre era in carcere, Camillo Fratini si è visto destinatario di altra titolo di reato quantificato in dieci mesi di reclusione. Avendone già scontati cinque, i suoi legali hanno depositato istanza di fungibilità: il giudice l'ha accolta. Per questo motivo, ieri sera, poco prima delle 20, Camillo Fratini ha potuto lasciare Castrogno e tornare a casa. Nel procedimento in corso, una delle ballerine del night (rumena di 30anni) ha avanzato una richiesta di risarcimento danni per 80mila euro, accusando i tre imputati di averla costretta a prostituirsi con botte e minacce. Accuse sempre respinte dai diretti interessati. La prossima udienza del processo, innanzi al giudice Flavio Conciatori (a latere Franco Tetto ed Enrico Pompei) sul night a luci rosse, ci sarà il 29 gennaio 2015 alle ore 15. Verranno sentiti altri testi.   tribunale-teramo-3

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni