R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Lo ha anche rincorso, inutilmente però. Il rapinatore che ha messo a segno il colpo all'interno della farmacia Di Giacinto di via Crucioli (davanti all'ex sede del Rettorato) si è dato alla fuga a piedi, direzione Tigli, riuscendo a far perdere le tracce. E' accaduto poco prima delle 20: ad essere presa di mira, per la seconda volta in pochi mesi, è la farmacia del dottor Giovanni Quintiliani sulla centralissima via Crucioli. Centralissima quanto buia, nonostante appunto la vicinanza con il cuore cittadino. Il farmacista è stato minacciato insieme ad un cliente da un giovane di colore, sulla 30ina d'anni, armato di siringa: "Ho l'Aids, datemi i soldi...", ha detto con fare calmo e limitandosi a mostrare appunto la siringa. Ha prima sottratto i soldi dal portafogli del cliente che stava pagando il farmaco appena comprato. Il farmacista ha repentinamente lanciato l'allarme (collegato con la Polizia, come si evince dall'esplicito cartello affisso all'esterno della farmacia) e ha tentato di reagire, mettendo in fuga il rapinatore: "Mi ha addirittura rimproverato che lo stesso inseguendo per pochi spiccioli, ma io sono stufo...", ha dichiarato il farmacista. Sul posto Polizia e Carabinieri. Il rapinatore ha portato via un magro bottino, meno di 300 euro pare. Molto più pesante la rabbia del farmacista che, appena pochi mesi fa, si era visto vittima di un altro furto da 70mila euro circa: "A nulla è valso mettere telecamere e allarme...Qui è un abbandono", ha dichiarato a Certastampa.it. Le ricerche del rapinatore sono già a buon punto: la Polizia lo avrebbe già identificato. rapina farmacia  

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni