×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Era uscito dal carcere due giorni fa. Questa notte è morto: Romano Bisceglia, il 57enne teramano condannato all'ergastolo per aver ucciso e poi fatto a pezzi l'ex convivente Adele Mazza, nell'aprile del 2010 a Teramo. Cadavere depezzato e gettato giù per la scarpata di via Arno. Bisceglia è deceduto all'ospedale Mazzini dove era stato ricoverato l'altra notte, in trasferimento da quello di Campobasso, dopo la concessione degli arresti domiciliari, per gravi motivi di salute, dai giudici della corte d'assise d'appello dell'Aquila. Bisceglia, che attendeva il processo in Cassazione ed era detenuto da cinque anni, era stato colpito qualche anno fa da un devastante tumore al pancreas, che ne hanno peggiorato repentinamente le condizioni di salute, divenute impossibili da conciliare con la detenzione in carcere. I giudici avevano accolto la richiesta avanzata dal suo legale, l'avvocato Barbara Castiglione. ospedale teramo 6

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni