R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

Conf.Stampa Mostra IZSAM Faccio un salto in AfricaVenerdì 13 aprile, a partire dalle ore 16:00, si terrà la conferenza “L’Africa, un’opportunità socio-economica per il nostro territorio: la rete di collaborazione scientifica dell’IZSAM come ponte tra Italia e Africa”, nell’ambito della mostra Faccio un salto in Africa… con gli amici veterinari in corso nella Sala Ipogea di Teramo. La conferenza sarà moderata dal giornalista Massimo Zaurrini, direttore di InfoAfrica e della rivista mensile Africa e Affari.
Massimo Scacchia, veterinario responsabile della cooperazione dell’Istituto, puntualizza: “Lavoriamo in Africa dalla metà degli anni ’90 e spesso ci siamo occupati di zoonosi, ovvero malattie di origine animale che possono colpire l’uomo. Il nostro approccio con i Paesi africani è sempre stato di carattere etico, di mutuo aiuto e reciproca collaborazione”.
Faccio un salto in Africa… con gli amici veterinari vuole essere una testimonianza e un’opportunità per far maturare nella nostra comunità una maggiore consapevolezza della complessità delle sfide che arrivano dal continente nero e degli sforzi che gli operatori della cooperazione fanno ogni giorno.
“La conferenza di venerdì ha lo scopo di mostrare le tante opportunità che si possono cogliere lavorando in partnership con i Paesi africani, relative agli scambi commerciali, al miglioramento delle nostre capacità scientifiche, all’aspetto umano e culturale. A parlare dell’Africa, ragionando oltre gli stereotipi, sarà Massimo Zaurrini, giornalista di lungo corso ed esperto delle questioni del continente del futuro”, conclude il dott. Scacchia.
Lo stesso Zaurrini, in un recente articolo pubblicato su Affarinternazionali, la rivista dell’omonimo Istituto fondato nel 1965 da Altiero Spinelli, ha fatto notare che: “L’Italia è il primo Paese europeo per valore degli investimenti diretti esteri realizzati nel 2016 in Africa, con un totale di 20 progetti per quattro miliardi di dollari complessivi… a livello mondiale, per valore degli investimenti, l’Italia è dietro solo a Cina, Emirati Arabi Uniti e Marocco”.

La mostra fotografica Faccio un salto in Africa… con gli amici veterinari è stata organizzata dall’IZS dell’Abruzzo e del Molise per raccontare il percorso di ricerca e sviluppo e ripercorre le vie tracciate dall’Istituto nel corso del rapporto di collaborazione ultra ventennale con i partner africani. Una collaborazione che nel tempo si è trasformata in una vera e propria cooperazione multilaterale, come sottolineato dal Direttore Generale dell’Istituto, Mauro Mattioli, nella conferenza stampa di presentazione della mostra: “Da decenni abbiamo una collaborazione paritetica con molti Paesi africani. In virtù del nostro ruolo di Centro di referenza nazionale per le malattie esotiche, lavoriamo per conoscere e studiare le patologie lì dove hanno origine al fine di poterle arginare nel caso arrivino da noi. Di recente abbiamo costituito il network ERFAN - Enhancing Research For Africa Network, un’importante rete di collaborazione tecnico-scientifica che coinvolge 13 Paesi dell’Africa sub sahariana e del Nord Africa. Mi piace sottolineare che con una presenza stabile e duratura in Africa i nostri ricercatori si sono guadagnati la fiducia dei Servizi Veterinari e dei Governi di molti Paesi”.

La mostra si compone di 69 foto scattate non da fotografi professionisti ma da veterinari dell’Ente, i dottori Massimo Scacchia, Giacomo Migliorati, Ilaria Pascucci e Andrea Capobianco Dondona. Attraverso gli scatti in Angola, Gabon, Madagascar, Mauritania, Namibia e Zambia viene testimoniata l’esperienza diretta dell’IZSAM che non rimane ancorata all’attività professionale ma si allarga alla gente comune, cogliendo spaccati di vita quotidiana di mercati, pratiche tradizionali, donne e bambini che vivono in condizioni precarie dal punto di vista sociale e igienico-sanitario.
La mostra Faccio un salto in Africa… con gli amici veterinari è patrocinata dal Comune di Teramo e rimarrà aperta fino al 20 aprile. L’ingresso è libero, con il seguente orario d’apertura: da lunedì a venerdì mattina, ore 9:00-13:00; da martedì a sabato pomeriggio, ore 15:00-19:00.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni