×

Avviso

Non ci sono cétégorie

banca tercasSarà un autunno caldo per la Popolare di Bari con una serie di iniziative di lotta come si legge in un comunicato dei sindacati dei bancari in merito alla situazione della Banca Popolare di Bari, proprietaria del marchio Tercas. Una situazione che viene definita molto difficile da punto di vista gestionale visto che - sostengono le sigle sindacali - «la semestrale al 30.6.018 risulta essere una delle peggiori mai registrate, caratterizza il risultato di un'infelice gestione manageriale, non certo ascrivibile ai colleghi ed alle colleghe su cui, invece, questi "super manager" cercano di far ricadere le colpe dei pessimi risultati». Ma non è solo l'aspetto economico a preoccupare i sindacati e a fare preannunciare un autunno caldo, perché nella nota si «stigmatizzano la deriva autoritaria e la sempre più evidente difficoltà gestionale aziendale». Le organizzazioni dei bancari - la nota è firmata da Fabi, Cisl, Cgil, Uil e Unisin - parlano di «continui tentativi dei vertici aziendali di scaricare le responsabilità della situazione di difficoltà sui lavoratori e sulle lavoratrici con le continue vessazioni commerciali e il massiccio ricorso a contestazioni disciplinari, sempre più cavillose ed eccessive. Questo management ha difficoltà a gestire l'azienda in funzione degli accordi sindacali che cerca e che sottoscrive, ma poi non rispetta e non fa rispettare». Sul piano più strettamente economico i sindacati parlano inoltre di fondi «sperperati in ennesime ed eterne consulenze, in richiami in servizio di persone oramai fuori dai contesti aziendali, ininterrotte assunzioni di "esperti". Ma vengono buttati, anche, nel calderone dei crediti erogati ad aziende che non hanno futuro: ricordiamo a tutti che la maggior parte dei crediti ammalorati sono di delibera dei massimi organi statutari».

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni