×

Avviso

Non ci sono cétégorie

WhatsApp_Image_2020-09-14_at_11.17.08.jpeg

WhatsApp_Image_2020-09-14_at_11.17.42.jpeg

Il Consiglio della Camera di Commercio di Teramo, insediato nella primavera del 2015, chiude in data odierna il proprio mandato e con l’occasione intende illustrare i principali risultati della attività svolta.
Lo scenario sociale ed economico, nell’ambito del quale l’Ente camerale ha sviluppato le proprie azioni, è stato caratterizzato da impattanti avvenimenti che hanno condizionato le dinamiche territoriali e reso necessario adattamenti rispetto alle strategie individuate nel programma di mandato.
Il periodo in esame ha vissuto il lungo periodo della tragicità dei sisma del 2016-2017, la calamità della straordinaria nevicata del 2017 e per ultimo l’impatto devastante del Covid-19. E' quanto emerso durante una conferenza stampa convocata dai vertici della Camera di Commercio di Teramo con a capo il presidente Gloriano Lanciotti che compete per la presidenza della nuova Camera delo Gran Sasso con Antonella Ballone.
Il Consiglio della Camera di Commercio di Teramo in sede di insediamento ha individuato delle direttrici tematiche sulle quali sviluppare delle linee di azione che fanno riferimento all’internazionalizzazione, alla innovazione, al sostegno all’imprenditoria giovanile e femminile, all’accesso al credito, alla valorizzazione del turismo e delle tipicità del territorio.
Nonostante i mutamenti di scenario intervenuti, la strategia che l’Ente ha adottato ha salvaguardato le priorità strategiche individuate, integrandole con interventi che con il verificarsi degli eventi si sono resi necessari. Ci si riferisce alle azioni realizzate nel post terremoto e nel post calamità, con interventi puntuali a favore delle imprese e dei territori che hanno subito gli effetti diretti delle catastrofi, e più di recente con una serie di azioni finalizzate alla ripartenza nel posto Covid.
Complessivamente nel corso del quinquennio 2015-2020 la Camera di Commercio di Teramo ha messo a disposizione del sistema imprenditoriale teramano 3.626.592 di euro, di cui hanno beneficiato 1.804 imprese locali.
Questo ammontare di risorse è stato proposto alle imprese attraverso una serie articolata di bandi, tra i quali i più importanti in termini di importo e di impatto sul sistema economico riguardano l’accesso al credito con 416.812 euro erogati a 205 imprese, l’internazionalizzazione con 393.781 euro di cui hanno beneficiato 184 imprese, il sostegno alle imprese giovanili e femminili con 282.188 euro erogati a 151 imprese, l’innovazione e la digitalizzazione con 293.585 euro di cui hanno beneficiato 82 imprese, l’incentivazione dle turismo in bassa stagionalità con 177.878 euro destinati a 139 gruppi che hanno sviluppato 6.052 arrivi e 18.156 giornate di presenza.
Inoltre per gli interventi connessi con l’emergenza sisma e calamità sono stati messi a disposizione 534.217 euro di cui hanno beneficiato 148 imprese, ed è stato aperto un bando a favore delle imprese per la ripartenza in sicurezza nel post Covid con 130.000 di stanziamento e sono in fase di liquidazione le istanze di 116 imprese beneficiarie.
Grande attenzione è da sempre riservata agli interventi finalizzati alla valorizzazione delle filiere produttive con uno stanziamento di 1.002.530 euro.

ASCOLTA QUI GLORIANO LANCIOTTI



Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni