×

Avviso

Non ci sono cétégorie

NZP_1141.JPG

La Banca di Credito Cooperativo di Basciano ha ricevuto ieri sera giovedì 8 luglio il premio “Eccellenza dell’Anno Banking&Leadership Finanza per le PMI” nella categoria Banking&Finance assegnato dall’undicesima edizione dei Le Fonti Award®.
Le Fonti Award® hanno consacrato le eccellenze del mondo imprenditoriale, legale e professionale che si sono distinte nell’anno della pandemia per la rilevanza delle operazioni seguite, l’alta specializzazione e gli ambiziosi progetti messi in campo.
Importante la motivazione che ha accompagnato il premio ritirato a Milano dal Presidente della BCC di Basciano Carlo Di Camillo e dal direttore Maurizio Schiappa: “Per essere fiore all’occhiello di Basciano, paese nella provincia di Teramo, tra il Gran Sasso e l'Adriatico. Per essere una Banca giovane, dinamica e aggressiva, per l’eccellente assistenza e per l’ambiente familiare”.
“Siamo ovviamente molto soddisfatti di questo risultato – ha commentato il presidente della BCC di Basciano Carlo Di Camillo – che si aggiunge agli ottimi dati di bilancio che la banca consegue da anni a dimostrazione che anche con piccole dimensioni è possibile essere efficienti, attenti e vicini alle esigenze delle famiglie e alla crescita delle imprese del territorio con l’obiettivo di consolidare il rapporto di fiducia con i nostri clienti. Dedichiamo questo premio a coloro che lo hanno reso possibile, ai dipendenti e ai soci della nostra banca”.
I Le Fonti Awards sono un momento di premiazione ma anche di approfondimento, confronto e dibattito: numerosi sono i momenti televisivi che vedono coinvolti top lawyers e Ceo, pronti ad affrontare temi di attualità legati a innovazione, tecnologia, leadership ed evoluzione normativa. Tra le realtà premiate negli ultimi anni compaiono i nomi di IBM, Hitachi Systems CBT, Fujitsu, Epson, Brugola, Grupp Basf, Sanofi, Novartis, Menarini, Janssen-Cilag, Vodafone, e altri.
LA BCC DI BASCIANO, ECCELLENZA DEL TERRITORIO AI PRIMI POSTI IN ITALIA: Nonostante il difficile contesto economico dovuto alla pandemia, i risultati conseguiti dalla BCC di Basciano nell’esercizio 2020 hanno segnato un utile di 1.223.000 euro, con il quale i fondi propri hanno superato 22 milioni di euro.
Altrettanto positivi gli altri dati di bilancio con una raccolta totale di oltre 167 milioni di euro (+19% rispetto al 2019) ed impieghi per oltre 128 milioni di euro (+30%), un aumento considerevole che tiene conto anche dell’erogazione dei prestiti garantiti dallo Stato.
Riguardo ai coefficienti gestionali la BCC di Basciano si pone ai primi posti tra le consorelle del Gruppo bancario ICCREA, e lo stesso dicasi per la redditività del capitale. Il coefficiente di solvibilità (CET 1), che rappresenta il parametro più importante per la solidità della banca, si è attestato al 32%, più del doppio del livello raggiunto da tutto il sistema bancario, che ha toccato il 15,5%. Anche per quanto concerne il profilo di rischiosità la banca si trova ai primi posti a livello nazionale, con una percentuale dei crediti deteriorati netti sugli impieghi a clientela che si attesta all’1,15%, contro una media delle consorelle dell’ICCREA del 4,04%.
Sotto il profilo reddituale è da evidenziare come la BCC di Basciano abbia avuto un eccellente risultato finanziario con un rendimento del 3,82%, contro una media delle BCC del Gruppo bancario ICCREA pari all’1,28%.

La Banca di Credito Cooperativo di Basciano conta 1700 soci e 5 filiali.

 

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni