×

Avviso

Non ci sono cétégorie
era ora«Clamoroso! Se non fossimo in piena preparazione della campagna elettorale, se non fosse che ambedue i ponti (S. Ferdinando e S. Francesco) fossero stati rifatti – riguardo alla pavimentazione – negli ultimissimi anni, se non fosse che al tempo dell’ultimo rifacimento si alzarono le voci unanimi delle associazioni cittadine, ed in particolare di quelle a difesa dei consumatori, se non fosse che l’amministrazione comunale sia stata pubblicamente contestata, all’epoca, per le scelte tecniche fatte per la pavimentazione, se non fosse che l’avvio ora dei lavori anche su P. S Francesco per la stessa ragione siano una mera operazione di attivismo pre-elettorale, se non fosse che tutto ciò significa in sostanza dare degli ‘inetti ed imbecilli’ a noi teramani, quasi che non fossimo in grado di vedere e discernere tutto ciò… sarebbe tutto normale! Non ci pare che un comunicato stampa sia il luogo per entrare nel merito del grave stato di insicurezza nella esecuzione dei lavori in corso, sia per gli operai che per i cittadini in transito, ma i teramani ci vedono, ed anche bene! Siamo stanchi dello sperpero del denaro pubblico, dei soldi pagati con sacrifici da noi teramani alle casse comunali e con i quali si fanno pessimi lavori, questi ed altri, per poi rifarli a distanza di poco tempo, quasi che questa fosse la normalità! Siamo stanchi di questo modo di amministrare…» Lo scrive in una nota Graziella Cordone, candidato Sindaco al Comune di Teramo ed in risposta ad una nota del Sindaco sul Ponte caduto anni fa sul lungofiume che di seguito riportiamo:   NOTA DEL COMUNE:   Lungofiume: entro la Primavera sarà completato l’anello ciclo-pedonale   «Sono in pieno svolgimento i lavori d’installazione del ponticello del Lungofiume Tordino, all’altezza del vecchio stadio comunale; entro la giornata odierna l’intervento sarà portato a termine. Verrà così sanata un ferita aperta da almeno 15 anni, quando la ditta che all’epoca aveva l’appalto del Lotto Zero – La Sparaco Spartaco – chiuse il percorso ecologico motivandolo con le necessità impreviste derivanti a lavori di costruzione della strada. Il nuovo ponticello, è lungo 34 m. ed ha un costo di 52.000 euro. Ulteriore punto del Lungofiume interrotto da tempo, è quello sottostante il Tribunale, franato nel Novembre del 2013 a causa dell’allagamento; il prossimo 10 Aprile, l’Ufficio Contratti del Comune espleterà la gara per i relativi lavori il cui importo è di 150.000 euro, già finanziati con la devoluzione di un mutuo. Nei giorni scorsi, inoltre, sono state risistemate le staccionate del Lungofiume all’altezza della Palestra Interamnia, divelte da vandali. Per quanto riguarda il ponticello distrutto la scorsa estate nel Lungofiume Vezzola, come già comunicato non si provvederà al suo ripristino; la Teramo Ambiente, a proprie spese, sta infatti intervenendo nell’area del ponte e in quella circostante, per ampliare lo spazio verde ed il parco- giochi esistente. Sempre in tema di riqualificazione definitiva del Lungofiume, l’ANAS ha assunto l’impegno di ripristinare il ponticello che attraversa il Parco all’altezza di Via Manthonè; dopo numerosi tavoli tecnici, l’azienda delle strade ha deciso di espletare la gara per l’affidamento dei lavori, che pertanto partiranno nelle prossime settimane. A tutto questo va aggiunto che nei giorni scorsi l’amministrazione comunale, ha collaudato il nuovo tragitto dello stesso Lungofiume, consistente in circa un chilometro di tracciato che va dalla zona della Cona (nel cui adiacente campo sono i corso lavori di riqualificazione) fino a contrada Gattia. Proprio questo intervento permetterà di “chiudere” l’anello e di consegnare l’opera nella sua interezza. Grazie a tali interventi, con ogni probabilità già entro questa Primavera i cittadini potranno fruire dell’intera struttura ciclo-pedonale. Il Sindaco Maurizio Brucchi manifesta soddisfazione per lo sviluppo positivo dell’intero progetto, grazie al quale nel giro di poche settimane sarà praticamente realizzato il percorso originario di tutto l’arco ciclo-pedonale. “Entro la Primavera in corso, un altro degli impegni elettorali verrà portato a compimento, con i conseguenti benefici ambientali. Il completamento dell’opera permetterà ai teramani di fruire di un’area dove passeggiare, correre e comunque trascorrere il tempo con piacere, godendo del verde e riacquisendo la fruibilità di una antichissima zona di Teramo, cui la nostra città deve il suo stesso nome e che presenta suggestioni storiche, ambientali e paesaggistiche tutte da scoprire e vivere”».

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni