×

Avviso

Non ci sono cétégorie

IMPEGNO_COMUNE.jpegLa pandemia da Covid-19 ha drammaticamente messo in evidenza le disparità nella possibilità di accesso della popolazione, soprattutto delle fasce cosiddette fragili, ad adeguate e tempestive cure e la necessità di rafforzare gli investimenti nei servizi socio-sanitari del territorio, quali essenziali presidi di prevenzione e tutela della salute delle persone. Un tema, questo, particolarmente sentito dalla lista “Impegno Comune” che fa del potenziamento dei servizi socio-sanitari locali e della medicina territoriale un punto prioritario del suo programma: “Questa emergenza – afferma il candidato sindaco, Alessandro Di Giambattista – ha messo in luce l'importanza di riorganizzare e sostenere con maggiori risorse il ruolo dei territori, che possono efficacemente contenere le domande di cure, impedendo di farle riversare sulla struttura ospedaliera. Più importanza e risorse, quindi, vanno garantite alla medicina del territorio: a Montorio vantiamo la presenza di un Distretto sanitario di base che è un presidio fondamentale, al cui interno è presente una Unità complessa di cure primarie (UCCP) ritenuta, a ragione, un’eccellenza in ambito regionale per qualità e quantità delle prestazioni erogate. Il nostro progetto è di lavorare in stretta collaborazione con l'Asl di Teramo e con il suo direttore generale, Maurizio Di Giosia, per il potenziamento del Distretto, ancora più strategico per i residenti dell'entroterra teramano nell’ottica del progetto di realizzazione del nuovo ospedale provinciale. In particolare urge la realizzazione di locali idonei al secondo piano della struttura per trasferirvi servizi specialistici e uffici amministrativi, così come la creazione di spazi per il ricovero dei lungodegenti gestiti, previa convenzione, dai medici di Medicina Generale”.

 

Tra gli altri progetti del candidato sindaco di “Impegno Comune” la ristrutturazione e messa a norma antisismica dei locali dell'edificio all'imbocco di via Leopardi, dove potranno trovare collocazione più idonea e di facile accesso altri importanti servizi sociosanitari. “Chiederemo - prosegue il candidato sindaco - un aumento degli specialisti convenzionati per i servizi di più largo utilizzo, battendoci per un abbattimento dell’annoso problema delle liste d’attesa, almeno per le principali prestazioni. In particolare, solleciteremo il potenziamento del servizio di Cardiologia, la costituzione di un servizio di oncologia nonché l’ampliamento dei servizi sul territorio: assistenza agli anziani, assistenza domiciliare integrata (ADI), assistenza domiciliare programmata (ADP), terapia domiciliare e riabilitativa. Altro punto qualificante sarà la realizzazione della Residenza sanitaria assistita per anziani, grazie al finanziamento reperito dall’Amministrazione Di Centa fatta poi cadere dagli stessi che oggi si candidato nelle fila del “rinnovamento”. Montorio, considerato il tasso di invecchiamento della popolazione, necessita di una struttura di accoglienza e cura confortevole e sicura, per garantire ai nostri concittadini una terza età serena. Ci batteremo, inoltre, e voglio rilevare che solo noi di “Impegno Comune” ne stiamo parlando, per potenziare e garantire la piena operatività per 12 mesi l'anno del Centro Diurno per disabili “Il Laboratorio” di Villa Brozzi, attualmente chiuso, perché, grazie alla professionalità di chi vi opera, è un insostituibile punto di riferimento e supporto per le famiglie del territorio che hanno figli con bisogni speciali”.

 

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni