×

Avviso

Non ci sono cétégorie
cache_670_500__2013_01_scrutatori-e1358512957860 Sono stati selezionati tramite sorteggio gli scrutatori delle prossime elezioni comunali a Teramo. Ma secondo il Movimento Cinque stelle ci sono delle irregolarità. Oltre al fatto che non sono stati selezionati tra disoccupati e studenti, come avevano proposto i grillini, il problema consisterebbe nel fatto che nell´elenco dei sorteggiati figurano "almeno nove candidati alle prossime elezioni", che sarebbero incompatibili per legge. "Preme tra l´altro rimarcare - aggiungono i Cinque Stelle - che tra i designati figurano diversi dipendenti pubblici che, in quanto tali, potranno beneficiare di tre o quattro giornate (a seconda dell´orario di conclusione dello scrutinio) tra permessi e riposi compensativi, in barba alla spending review! Tutto questo non è accettabile, non in un momento storico in cui intere fasce sociali subiscono quotidianamente i morsi della povertà, non in questa fase in cui i giovani vivono la disperazione di non avere una possibilità, in cui due generazioni pagano le colpe di un sistema politico che ha sempre puntato solo ad auto preservarsi". «E' tutto vero ammette un esponente dell'attuale amministrazione. L'85% delle persone estratte hanno un lavoro, alcune lavorano addirittura in comune ed altri sono candidati in queste elezioni. Dunque evidenzia l'esponente di questa amministrazione uscente, si è trattato di un sorteggio assolutamente inutile che non aiuta nè i giovani e tanto meno i disoccupati. Il problema sta nel fatto che l'anagrafe non ha provveduto all'aggiornamento degli elenchi e quindi non si sa chi è occupato o disoccupato». Tutto questo per soli 150 euro.  

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni