×

Avviso

Non ci sono cétégorie
era ora «Il famoso sondaggio...non è veritiero! Teramani aprite gli occhi. Liberiamo questa Città.  Stamane giravo presto per le nostre strade e notavo che i miei spazi per l'affissione sono stati occupati abusivamente ... Dopo la convocazione dal Prefetto ho rimosso dalla sede elettorale il mio volto ma gli altri continuano nell'illegalità... Chiediamo l'utilizzo della sala consiliare non ci viene concessa ma viene dato un altro posto... Ci hanno abituato al silenzio,loro spadroneggiano con arroganza..un sistema clientelare che ha distrutto Teramo. Dobbiamo far tornare la legalità, il rispetto, Riprendiamo Teramo!!!». Lo ha detto Graziella Cordone dopo il sondaggio diffuso da Forza Italia Teramo sulle intenzioni di voto dei cittadini nei confronti dei candidati a Sindaco. «Invito e riflessioni sull'arroganza del potere. Invito gli amici della Stampa, ed i teramani stanchi di questo modo di amministrare la nostra città, ad essere con noi oggi, sabato 10/5 alle 10.30 presso l'Hotel Abruzzi. Terremo una conferenza stampa in occasione della presentazione della mia squadra e del nostro Programma per Teramo!- scrive ancora la Cordone -  Si, l'Hotel Abruzzi, nonostante avessimo chiesto l'uso - come la norma consente - della Sala Consigliare del Comune, seppure il Consigliere V. Di Bonaventura avesse concordato con gli uffici comunali preposti tale nostro utilizzo ed il suo costo per sabato - con nostra sorpresa ed amarezza - ci è stato comunicato che la Giunta ha comunque deliberato che dovremmo, invece, essere relegati nei locali di S. M. Di Bitetto... Vergogna! Il diritto non può essere confuso con un uso clientelare della cosa pubblica o con l'elemosina! Ci sembra davvero, meschino, assurdo e paradossale assistere a tali atteggiamenti dell'amministrazione Brucchi! Concittadini, vogliamo guardarci attorno e prendere atto di ulteriori manifestazioni di arroganza politico-amministrativa, e non solo?! Ci chiediamo come si possa attuare e tollerare ciò che gran parte dei rappresentanti della destra teramana continua a perpetrare, nonostante il provvedimento limitativo sulle pubblicità elettorali adottato dalle autorità competenti! Avete notato che ci sono 'politici' che mantengono comunque intatte le vetrofanie e pubblicità nelle proprie sedi elettorali, dichiarate illegali, o apponendo ridicole ed irrisorie coperture sulle foto, imponendo di fatto la loro pretesa di sentirsi al di sopra della legge e delle istituzioni!?».   Guarda qui i candidati   Guarda il Servizio

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni