×

Avviso

Non ci sono cétégorie
20140410-094821.jpg «Ci è giunta la notizia che l’Asl di Teramo avrebbe aggiudicato il Bando per l’affidamento del servizio di “Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) e fisioterapia domiciliare” ad una società locale che sembrerebbe far riferimento al Dott. Alfredo Caccioni, già consigliere comunale nella maggioranza di Maurizio Brucchi, ed ora candidato nella lista civica Futuro In. La “repentina” nomina dei sei nuovi primari, e questa ennesima assegnazione così a ridosso delle elezioni, delineano le modalità che hanno guidato, in questi cinque anni, la gestione dell’amministrazione Brucchi, nonché l’alta politicizzazione dell’Asl, che non è riuscita a dare risposte al diritto alla salute. Risposte che aspettano, ad esempio, i molti malati di tumore, che rischiano di non farcela, poiché i vetusti impianti radiodiagnostici a tutt’oggi non sono funzionanti». Così scrive in una nota il candidato Sindaco Manola Di Pasquale. Gli risponde il Manager della Asl, Paolo Rolleri che rigetta ogni tipo di accusa e annuncia denunce: «Basta fare politica sulla pelle della Asl - dichiara Rolleri - basta con il fango a tutti i costi. Si tratta di una gara regolare che vede l'offerta presentata da un'associazione di professionisti e da 16 studi. Un'Ati con il ribasso d'asta del 27% e la cui offerta è ancora un fase di verifica da parte degli uffici».        

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni