×

Avviso

Non ci sono cétégorie
10367691_577871125666037_2140643388664644660_nIMG_301010406379_567365406717164_8108305478847778115_nmaurizio-acerbo-unaltra-regione-con-acerbo Luciano D'Alfonso è  il 13° presidente della Regione Abruzzo. E' iniziato in ritardo lo scrutinio a causa dei problemi tecnici della Regione Abruzzo. Mancano ancora i dati ufficiali del ministero dell'Interno, ma i primi dati che arrivano dai seggi sembrano dare una prima indicazione: il candidato di centrosinistra Luciano D'Alfonso sarebbe avanti in tutto l'Abruzzo. Gianni Chiodi, invece, sarebbe avanti solo in alcune sezioni, le prime scrutinate a Teramo città.   Aggiornamenti. 1642 sezioni/1642 46,30% Luciano D'Alfonso 29,26% Gianni Chiodi 21,33% Sara Marcozzi 3,11% Maurizio Acerbo Anche a Giulianova D'Alfonso è abbondantemente avanti rispetto a Chiodi. Qui è addirittura terzo. Poco fa il candidato Sindaco Retko ha chiamato i carabinieri per alcune anomalie nello scrutinio. Il sito della regione è andato intanto in tilt.  A due ore dall'inizio dello spoglio l'ufficio elettorale regionale va in crisi. La scelta del ministero di appaltare alla Regione Abruzzo la raccolta dei dati si è rivelata un grave errore. «Un disallineamento tecnico del programma è alla base degli errati valori percentuali che compaiono sull'homepage del sito internet delle elezioni regionali abruzzesi». Lo affermano i responsabili della Struttura informatica regionale dell'Abruzzo intervenendo con una nota in merito alla situazione creatasi a inizio spoglio per le percentuali sui risultati degli scrutini per il presidente alla Regione. «L'errore - si spiega nella nota - è dovuto ad un disallineamento temporale sull'inserimento dei dati, accentuato dal basso numero di seggi finora scrutinati e inseriti nel sistema. Non è un problema legato all'inserimento dei dati da parte dei comuni, che invece ha funzionato e funziona bene, ma ad un'errata elaborazione di questi dati una volta transitati nella struttura informatica regionale. La struttura informatica della Regione Abruzzo sta lavorando per risolvere l'anomalia». Per quanto riguarda invece la consultazione del sito «elezioni 2014», i rallentamenti sul caricamento dei dati e delle informazioni sono dovuti dal sovraccarico di traffico. Il senatore del Pd Giovanni Legnini nella sede della giunta regionale, commenta soddisfatto il risultato finoa questo momento: "I dati ci dicono che il vantaggio delcentrosinistra di Luciano D`Alfonso su Gianni Chiodi e` del 10% se non di piu", risultato frutto di una campagna elettorale serena e partecipata". L'assessore ai trasporti uscente della Regione Giandonato Morra commenta :«Sivio Berlusconi ha fatto il suo tempo. Al centrodestra italiano serve un nuovo leader, ma non ne vedo ancora nessuno all’orizzonte». «Sono mancate le liste. Dobbiamo capire ancora meglio cosa sia accaduto». E' amareggiato l'ex assessore regionale Mauro Febbo che ora vuole aprire una verifica all'interno del partito. «Prendiamo atto dei dati. Non mi aspettavo un risultato del genere ed un divario tra D'Alfonso e Brucchi.». Lo ha dichiarato il candidato Sindaco per il centrodestra Maurizio Brucchi   Se i dati dovessero rimanere questi: Gianni Chiodi entrerà in consiglio regionale con otto consiglieri Luciano D'Alfonso con 18 consiglieri Il Movimento Cinque Stelle con 4 consiglieri Acerbo non prende il quorum perchè non arriva alla soglia del 4%   A Pescara si va al ballottaggio tra il candidato del centrosinistra Alessandrini e il sindaco uscente Albore Mascia      

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni