• MCDONALDS
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

WhatsApp_Image_2024-06-11_at_21.07.59.jpegÈ già toto assessori a Pineto. Il neosindaco Alberto Dell’Orletta ha in questi giorni una bella gatta da pelare: risolvere la difficile pratica giunta. Tante sono state le promesse preelettorali. Il dato di fatto è che in giunta ci devono essere componenti del PD, quanto del Movimento 5 Stelle, Azione e Comunisti Italiani ed il risultato elettorale strabiliante delle donne in lista potrebbe sconvolgere ogni piano. Nessuno si aspettava una vittoria così schiacciante della neoeletta Camilla Scianitti, che ha staccato di netto i colleghi di scuderia con i suoi 706 voti. Non è da meno l’ex assessore ai lavori pubblici Jessica Martella con i suoi 541 voti. Segue a ruota la rientrante Massimina Erasmi, ex Italia Viva, ora Azione, che ha conquistato 484 preferenze. Come si fa dunque ad escludere dalla giunta anche solo una delle tre elette? Come si fa poi a non considerare la quarta donna Marta Illuminati di Comunisti Italiani? C’è però chi esclude categoricamente (non si sa bene perché) 4 donne in giunta. Si vocifera che la Martella riacquisisca i lavori pubblici. Per la Erasmi di Azione sembrerebbe concordato ante votazioni il posto di vicesindaco,con possibile delega all’urbanisticaMarta Illuminati pare riconfermata all’ambiente. C’è infine la new entry Camilla Scianitti, che potrebbe occuparsi di sport e cultura, oltre che delle frazioni Scerne e Torre San RoccoRimangono dunque due posti a disposizione. Il prima potrebbe interessare il movimento 5 stelle, nella figura di Santino Ferretti, che peraltro copre la frazione di Mutignano, mentre l’ultimo va a Giuseppe Cantoro che non è ben chiaro se ricopra nuovamente il posto di presidente del consiglio comunale, che quest’anno è anche retribuito, oppure avrà il posto di assessore. Insomma, ci saranno sicuri scontenti, come il ritornato Mario Del Principe, che, avendo preso svariati voti dei giovani, vorrebbe qualche incarico, per non parlare di Filippo Da Fiume, che nella passata giunta ricopriva la delega al bilancio. Pierpaolo Cantoro, nuovo ingresso della frazione Scerne, sembra non abbia per ora posto in giunta. Escluso dalla rosa assessori Vincenzo Fiorà, che la passata legislatura comunale ha condotto il suo ruolo spesso in video conferenza o assente per impegni professionali. Di certo i rivali con a capo Cleto Pallini non staranno con le mani in mano ad attendere inermi: sembra vogliano attivare i necessari controlli per verificare le singole compatibilità. C’è infine chi non esclude l’apporto professionale in giunta con deleghe ed incarichi a tecnici esterni. Al neosindacoDell’Orletta lo attendono ore intense di consultazioni dunque.

MAURO DI CONCETTO