• CORECOM3
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

baulereHo fatto colazione col bauletto, sublimato il caffè post pranziate con i baci di dama e rinunciato alla cena, per avere il diritto di dedicarmi al babà. Tre momenti di gusto, tre momenti di estasi. Vera. Ricevere il pacco di Andrea Barile è stata una sorpresa, per la scelta del packaging, tanto per cominciare, perché è brandizzato tanto da divenire identitario, ma senza cedere alla ridondanza o all’eccesso anzi. C’è una ricerca della qualità, del dettaglio, che sono lo spunto stesso di una idea aziendale, che ha fatto di un nome un “marchio”. Già, ma chi è Andrea Barile? «Sono inguaribilmente innamorato del mondo della pasticceria. L'arte dell'impastare è un bisogno ancestrale maturato dentro di me, una vera necessità che piano piano ha scavato per farsi strada nella mia vita portandomi a cambiare radicalmente i miei piani: dall’abito scuro e le mani tra le carte legate ai miei studi giuridici, alla giubba da pasticcere e alle mani sempre sporche tra impasti, fruste e canditi». Quanto mi piace quel “bisogno ancestrale”, perché se quello di Andrea è l’impastare, il mio è il gustare. Così, leggere quale dichiarazione di intenti: «Con i miei fratelli, Roberto e Luca, condivido lo stesso sogno: regalarti il gusto di un sorriso, il sapore di un’emozione, il profumo di una gioia, racchiusi nella sofficità dei miei impasti, nella croccantezza delle glassature e nella dolcezza di creme e canditi che colorano le mie creazioni», significa avere altissime aspettative, quando si apre uno dei pacchi. Per quanto fossero alte, quelle aspettative hanno trovato una risposta più che adeguata: il bauletto, che “annualizza” gli impasti del panettone e della colomba, è una vera delizia. L’alveolatura definisce i confini di una lievitazione mai esasperata, anzi attenta ai tempi necessari a concedere all’impasto di appropriarsi di tutte le sue sfumature. Ho provato quello “panettonizzante” all’albicocca, e mi ha avvolto con un sapore di grande raffinatezza, poi quello “colombizzato” all’arancia, e qui l’avvolgenza si è fatta delizia. I baci di dama hanno una loro sapiente fragranza, che si fa leggerezza nell’incontro col palato. Il babà, è oltre. Totalmente oltre. Indescrivibile. La vasocottura, con la sua atmosfera protetta, ne conserva tutti gli umori, i sapori e le consistenze. “Il rum delle Antille Francesi racchiude tutto il sapore e la magia dei Caraibi. Rotondo, elegante, non aggressivo e molto aromatico. Perfetto per il Babà classico al rum”, scrive il pastry chef sul suo efficacissimo sito. Ed è solo cronaca dell’emozione.

 

PACKAGING: elegante, pratico, accattivante… perfetto
PREZZO: 13 i baci di dama, 15 il bauletto, 13 il babà
GIUDIZIO FINALE: deliziante
LI ORDINEREI? Ogni giorno
SITO WEB: https://www.andreabarile.it/

BAULE1

 

BAULE2

 

 

BAULE3

BAULE4

ATTENZIONE: TUTTI I GIUDIZI DEL RE - CENSORE SONO LIBERI E INDIPENDENTI, LE AZIENDE CHE VOLESSERO SOTTOPORRE AL GIUDIZIO UN LORO PRODOTTO POTRANNO INVIARLO A : CERTASTAMPA, VIA MICOZZI 55 - 64100 TERAMO