×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Se per chiunque a Teramo quella del Comune è una profonda crisi politica, per il sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, è tutto naturale, trovandosi lui al secondo mandato. La definisce una "vivacità politica", dettata dalla "crescita generalizzata a Teramo come altrove dei movimenti civici". E ancora: "Se si fa per il bene dei teramani e di Teramo, ben venga. Ma se lo si fa per una corsa a qualche vantaggio personale, non lo accetto". In attesa della nuova giunta, annunciata per il prossimo 15 gennaio, resta da risolvere il caso di Milton Di Sabatino. La sfiducia approderà in Consiglio il 17 dicembre, e Brucchi dichiara: "Come confermato nella riunione di ieri, 19 consiglieri di maggioranza su 19 voteranno contro la mozione di sfiducia della Cardelli e un minuto dopo Milton rimetterà il mandato da presidente del Consiglio comunale. Sarà la maggioranza a decidere se rimuoverlo o confermarlo...". Alla domanda se l'azzeramento dell'esecutivo sarà un azzeramento di deleghe o un cambio di assessori, il sindaco risponde: "Sarà una giunta nuova". Unica consolazione per il primo cittadino, i sondaggi. Ieri sera ai suoi il sindaco ha citato un sondaggio che lo vedrebbe "al 46% dei consensi in città, un dato in crescita". A domanda specifica si scopre che...il sondaggio c'è. E' vero. Circola...su Facebook. GUARDA L'INTERVISTA INTEGRALE AL SINDACO BRUCCHI SULLA CRISI IN COMUNE (CLICCA QUI) BRUCCHI2

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni