R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Oltre cento esuberi,una riorganizzazione della macchina amministrativa e del personale che ha portato a creare tre macroaree e decine di spostamenti di dipendenti da un settore all'altro, una corsa dei Comuni a cercare figure professionali che dalla Provincia di Teramo sono finite nella famosa piattaforma delle mobilità. Una corsa ad ostacoli e contro il tempo per via Milli...Ma adesso a rimanere indietro e far rimanere indietro, a cascata, gli enti in attesa di accedere alla piattaforma, paradossalmente, è la Regione Abruzzo. E il presidente della Provincia, Renzo Di Sabatino, non ci sta: "Noi abbiamo fatto la nostra parte, ora la faccia la Regione. Questo ritardo è inaccettabile!". Degli oltre cento dipendenti in esubero della Provincia di Teramo, molti dovrebbero ricollocarsi in Regione visto che rientrano tra le funzioni tornate proprio in capo a quest'ente. Intanto, in via Milli si riduce ancora di più il numero dei dirigenti. A giorni ne resteranno soltanto due, Leo Di Liberatore e Daniela Cozzi (il dirigente Antonio Flamminj andrà in pensione a maggio) GUARDA L'INTERVISTA AL PRESIDENTE RENZO DI SABATINO (CLICCA QUI) renzo di sabatino

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni