R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie
"Siamo alle solite". Esordisce così il segretario provinciale della FP Cgil, Amedeo Marcattili, parlando della situazione dei dipendenti della Cooperativa P.A.GE.F.HA., che svolgono il servizio di assistenza educativa a diversamente abili nelle scuole dei Comuni di Bellante, Giulianova e Mosciano Sant'Angelo e che non percepiscono lo stipendio dal mese di novembre 2015: "Non sembra che la cosa interessi la nostra classe politica. Cosa altrettanto grave dal 10 marzo diminuiranno le ore di assistenza scolastica qualificata che passeranno da 18 ore settimanali a 16 ore, ancora più grave il nuovo capitolato d’appalto, bandito dall’Ambito Sociale Tordino per i Comuni del Consorzio, che recita l’eufemismo “interventi in materia di diritto allo studio per favorire l’inserimento scolastico degli alunni portatori di handicap”, diminuiranno ancora le ore portandoli a meno di 12 settimanali. Ma di quale integrazione andate cianciando ? Si risparmia sui piu’ deboli", denuncia la Fp Cgil. "Ancora una volta a pagare le conseguenze, di una politica poco attenta alle problematiche sociali, saranno i dipendenti della Cooperativa che si vedranno decurtate le già poche ore di lavoro e soprattutto quelle famiglie con figli disabili che avrebbero diritto ad un servizio il più efficiente possibile. Fino ad oggi, grazie all’abnegazione delle lavoratrici, pur non  percependo un salario né decoroso né puntuale, hanno assicurato, e continueranno ad assicurare, con la massima professionalità un servizio essenziale per cittadini bisognosi di prestazioni che rendano loro uguali nella diversità in una società poco attenta a queste problematiche". Conclude Marcattili, rivolgendosi alla politica: "Cari Amministratori invece di implementare il servizio di assistenza nelle scuole per studenti diversamente abili fate la cosa più semplice, tagliate le ore così il bilancio quadra, la politica è fatta di scelte, voi avete deciso così, invece di denunciare la Regione Abruzzo, che non stanzia soldi agli Ambiti Sociali da 2012, fate pagare i cittadini più deboli. Come sindacato metteremo in campo tutte le iniziative che si riterranno opportune affinché ci sia un cambio di rotta nelle scelte della nostra classe politica sia locale che regionale". marcattili cgil_bandiera01  

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni