R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Teoria gender, il Comune di Teramo "boccia Paolo gatti". Lo cristallizza in una nota il consigliere del Movimento Cinque Stelle, Fabio Berardini, all'indomani della mancata approvazione dell'ordine del giorno presentato dal consigliere Pomante e votato solo da Futuro In, Pomante stesso e Milton Di Sabatino, tra assenze varie e astenuti. "Il risultato consiliare di ieri però, non è stato solamente una presa di posizione contro chi, sfruttando teorie strampalate cerca di farsi becera pubblicità elettorale ma è stata anche un’occasione per contarsi in maggioranza.  Ora, infatti, le cose sono molto più chiare: il consigliere Gianluca Pomante, uscito dall’opposizione che ha più volte attaccato e denigrato, proponendo la stessa mozione presentata da Gatti in Regione Abruzzo, è di fatto transitato nelle fila gattiane insieme al Presidente del Consiglio comunale Milton Di Sabatino". Voto in maggioranza che ha isolato il gruppo Futuro In "il quale ha cercato maldestramente di difendere la bontà del testo posto in votazione. Il Sindaco Brucchi, invece, si è pilatescamente astenuto". Berardini chiama in causa la consigliera Maria Cristina Marroni: "A questo punto ci aspettiamo anche una forte presa di posizione della Marroni che, evidentemente, non può continuare a rimanere nel gruppo consiliare “Finalmente Pomante” dopo le gravi dichiarazioni di Pomante contro l’opposizione". marroni crisrtina maggioranza brucchi paolo gatti

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni