R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie
No alle trivelle. E' nato il Coordinamento provinciale di Teramo per sostenere il SI al referendum contro le trivelle del prossimo 17 aprile. Il coordinamento provinciale "Teramo vota Sì per fermare le trivelle", cui hanno aderito finora una 15ina tra associazioni e comitati, si è costituito formalmente questa mattina. Obiettivo: informare e portare al voto quanti più cittadini possibile al referendum contro le trivellazioni in mare. "In caso di vittoria del Sì verrebbe abrogata la norma che rende "infinite" le attuali concessioni di estrazione e ricerca di idrocarburi entro le 12 miglia dalla costa", spiegano i rappresentanti del comitato. Finora hanno aderito al coordinamento: Wwf Teramo, No Triv Roseto, Legambiente Teramo, Arci Comitato Provinciale Teramo, Teramo 3.0, Udu Teramo, Azione Civile Teramo, Abruzzo Beni Comuni Teramo, Zero Waste Teramo, Circolo Culturale Chaikhana, ProNatura Teramo, Fai Teramo, Fiom Cgil Teramo, Associazione Artios, Centro politico comunista "Sandro Santacroce", Mountain Wilderness, Italia Nostra. E poi Sel, Rifondazione Comunista, Possibile Teramo, Pentastellati Montorio al Vomano 2.0, Pentastellati Valle Siciliana. Il Coordinamento invierà una lettera, nei prossimi giorni, a tutti i sindaci teramani affinchè garantiscano il massimo della partecipazione al voto referendario. GUARDA IL SERVIZIO (CLICCA QUI) IMG_5948

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni