×

Avviso

Non ci sono cétégorie
"Siate lucidi e laici, entrate nel merito sul progetto della funivia. E vedrete che troverete la via. Non fatelo condizionati da pregiudizi politici o personalistici. Non siate avatar...come ho avuto modo di ascoltare in un paio di interventi, sotto dettatura". Così parlò prima di andare via dalla commissione il governatore Luciano D'Alfonso, rimanendo ora tutto alla discussione di merito sulla funivia da del Consiglio comunale. Non prima di aver ricordato che "Questa città ha avuto rettori che non hanno lasciato neanche un millimetro di storia...oggi ha un rettore che non ha alcuna ambizione elettoralistica. Vi prego convergete...Le mie priorità di impegno per la città. Discarica, contrada Cona è tutto ciò che per voi consentendo a questa città di essere un riferimento. Dei teramani si occupa il Municoio e io come adesione mi devo occupare dei rapporti di questa città con l'esterno". Ecco che domani dunque il Consiglio comunale non voterà sul progetto della funivia ma, come precisato dal sindaco alla luce delle richieste di approfondimento emerse in commissione, voterà un documento con cui si impegna la Regione Abruzzo a "congelare il progetto, rimandando tutto allo studio del dossier dettagliato dei costi e della sostenibilità dell'opera e a mantenere su Teramo la disponibilità dei 10 milioni di euro". Soldi che resterebbero ma sempre per progetti relativi ai quattro specifici assi di intervento previsti dal Maasterlan.   GUARDA UN ESTRATTO DELLA REPLICA FINALE DEL GOVERNATORE D'ALFONSO (CLICCA QUI)    

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni