×

Avviso

Non ci sono cétégorie

Sui muri di Alba Adriatica è stato affisso un manifesto a firma “Fascismo e Libertà Partito Socialista Nazionale”, con il quale si inneggia al fascismo e alla Repubblica di Salò e se ne propugna la riorganizzazione. E' quanto denuncia l'Anpi.
«Un documento farneticante, di una gravità inaudita, che offende la coscienza democratica di Teramo e dell’intera provincia, Medaglia d’Oro della Resistenza e teatro della Battaglia di Bosco Martese, primo scontro in campo aperto tra le truppe nazifasciste e i giovani partigiani che sulle nostre montagne si immolarono per la riconquista della democrazia e della libertà.
L’ANPI di Teramo, centra di interpretare il sentimento della stragrande maggioranza dei cittadini; invita
Le forze democratiche che si richiamano ai valori della Resistenza e della lotta di liberazione a far sentire la loro vibrante protesta e a promuovere iniziative che portino alla condanna e all’isolamento di chi vuole attentare alle nostre libertà costituzionali;
chiede
- che le autorità comunali provvedano alla tempestiva rimozione del manifesto
- che il Prefetto di Teramo disponga che le forze dell’ordine svolgano le opportune indagini al fine di individuare gli estensori del documento;
- che i responsabili vengano immediatamente denunciati all’autorità giudiziaria per violazione della Costituzione Repubblicana, che è fonte delle leggi alla quale ciascun cittadino deve uniformare la sua condotta», conclude l'Anpi.


Antonio Topitti, Presidente Sezione ANPI di Teramo

Sen. Antonio Franchi, Presidente Provinciale ANPIDSC_0061.JPG

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni