×

Avviso

Non ci sono cétégorie

 

lavori-asfalto.jpg

 «Per gli asfalti ci hanno lasciato zero euro». A dirlo è il sindaco di Teramo Gianguido D'Alberto. Che, però, non si è ancora arreso e non dispera di riuscire a riasfaltare qualcuna delle tante strade disastrate della città prima che arrivi l'inverno. Nella giunta dell'altro ieri è stata approvata una delibera mirata a trovare risorse per le manutenzioni, il principale obiettivo dell'amministrazione in vista della variazione di bilancio di settembre. «La delibera riguarda l'alienazione di alcuni beni per un valore di 1,2 milioni», chiariscono il primo cittadino e l'assessore Valdo Di Bonaventura, «dalla quale ricaveremmo soldi per asfalti e verde. Purtroppo al momento non c'è alcuna risorsa per i manti stradali, i non molti introiti della Bucalossi sono stati destinati a coprire buchi di bilancio». Tra gli immobili messi in vendita ci sono quelli di Colleparco dove doveva sorgere un centro commerciale, ma è solo un primo elenco di beni comunali che saranno messi sul mercato per fare cassa. Il tema del degrado della città è forse il più sentito dai teramani, in questo momento.

Dunque, siccome non ci sono soldi e siccome non si sa se riusciremo a trovarli...continueremo a transitare con asfalti colabrodo e pericolosi per la sicurezza dei cittadini. Complimenti vivissimi alla vecchia amministrazione (Brucchi e Gatti) che ha lasciato la città in mano al Commissario, che si è ben guardato dal preoccuparsi dello stato delle strade di Teramo.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni