×

Avviso

Non ci sono cétégorie

 

2b9d6429-6d46-401b-9f97-92f6ec2160ec.JPG

 

È stata chiamata Casa del cittadino perché è a disposizione, in senso concreto, di tutti i cittadini di CampliIn passato era stata una vecchia scuola nella frazione di Sant’Onofrio.Scuola ormai in disuso. Da anni abbandonata,era in condizioni critiche e l’incuria avrebbe continuato a degradarla.Proprio per questo motivo l’amministrazione comunale di Campli ha deciso di ristrutturarla, recuperarla e portarla a nuova veste.

Non sarà più una scuola ma sarà una casa dove associazioni di volontariato, organizzazioni sociali potranno trovare una giusta collocazione. A ciò si aggiunge anche l’apertura di un ufficio comunale periferico per far sì che tutti i cittadini di Sant’Onofrio e dintorni non debbano venire necessariamente nel centro storico di Campli per effettuare alcune pratiche burocratiche, per ritirare un certificato.

<Sono orgoglioso di questo risultato ha detto il sindaco di Campli, Pietro Quaresimale - Sono tanti i paesi e le città capoluogo che si trovano con dei contenitori vuoti, destinati a diventare abbandonati per decenni, diventare ruderi a causa dell’incuria e del maltempo. Io, questo, per la scuola di Sant’Onofrio non ho voluto che accadesse. Proprio per questo insieme alla Giunta e al consiglio comunale siamo riusciti a portare a termine un importante intervento di ristrutturazione. Adessoquella che una volta era la scuola,è diventata un centro di aggregazione, un luogo di incontro, un punto di partenza per dare alle associazioni una sede. Sono orgoglioso ma vorrei che questo orgoglio fosse condiviso da tutti i cittadini che adesso possono apprezzare il fatto di vedere un edificio comunale a loro disposizione>.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni