R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

comunerosetoAnche per quest’anno, Roseto degli Abruzzi avrà, come annunciato nel corso di una conferenza stampa convocata a Montesilvano, l’ambito riconoscimento della bandiera verde dei pediatri 2019 insieme ad altri 142 Comuni italiani e spagnoli. “Il riconoscimento – spiega l’assessore all’Ambiente Nicola Petrini - indica una località marina con caratteristiche adatte ai bambini, selezionata attraverso un'indagine condotta fra un campione di pediatri”.
Le regole restano sempre quelle: "Acqua limpida e bassa vicino alla riva, sabbia dorata e fine ideale per torri e castelli, bagnini e scialuppe di salvataggio, giochi, spazi per cambiare il pannolino o allattare, e nelle vicinanze gelaterie, locali per l'aperitivo e ristoranti per i grandi"
Il riconoscimento viene assegnato dal 2008: in dodici anni, con il contributo di 2.550 pediatri italiani ed europei, sono state selezionate le 142 spiagge in Italia e in Spagna più adatte ai bambini. Quest’anno all’Abruzzo sono state conferite dieci bandiere verdi con l’ingresso di Alba Adriatica e Ortona, mentre per Roseto si tratta di una conferma. Gli altri vessilli sono andati a Giulianova, Montesilvano, Pescara, Pineto-Torre Cerrano, Silvi Marina, Tortoreto, Vasto Marina.
“Siamo onorati di aver ricevuto, per l’ottavo anno consecutivo, la Bandiera Verde assegnata dai pediatri italiani della SIPPS (Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale),” dichiara il Sindaco di Roseto degli Abruzzi Sabatino Di Girolamo. “Sappiamo quanto sono attenti e scrupolosi i controlli che, ogni volta, vengono fatti per assegnare questo riconoscimento e, come ogni anno, siamo lieti di vederci confermato questo vessillo che è la testimonianza tangibile della grande attenzione che questa Amministrazione continua a porre verso tematiche centrali quali l’ambiente, il turismo, la qualità dei servizi e della vita. Ringrazio anche gli operatori turistici della città che con il loro operato hanno contribuito alla permanenza dell’ambito riconoscimento dato motu proprio dai pediatri, non essendo prevista una istanza dei Comuni in merito”.

 

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni