×

Avviso

Non ci sono cétégorie

56248008_2851948108156477_6524473192877129728_n.jpg

Sono 580 i sindaci e i consiglieri comunali chiamati oggi alle urne per il rinnovo del consiglio provinciale. Le operazioni di voto si svolgeranno nella sede di via Milli dalle ore 8 alle 20. Subito dopo inizierà lo spoglio e in serata saranno resi noti i risultati. Dopo l'elezione a sorpresa del presidente Diego Di Bonaventura, espressione del centrodestra, si conclude oggi il rinnovo degli organi amministrativi della Provincia. Tre le liste in competizione: due sono di centrodestra e una di centrosinistra: "Il territorio e la gente", presentata dal consigliere comunale di Teramo Mario Cozzi di Forza Italia; "La forza del territorio", promossa dall'altro consigliere comunale di Teramo Franco Fracassa del gruppo Futuro in che fa capo a Paolo Gatti; "La casa dei Comuni", lista di centrosinistra presentata dal consigliere Pd di Roseto Simone Aloisi. Ci sono però delle candidature anomale, politicamente difformi dalle maggioranze dei consigli comunali da cui provengono. La più clamorosa è quella di Giovanni Luzii, consigliere di maggioranza del gruppo civico Teramo 3.0 che sostiene il sindaco Gianguido D'Alberto ed esprime il vice sindaco Maria Cristina Marroni, che si è candidato nella lista di centrodestra presentata da Fracassa. Al contrario, Graziano Ciapanna, consigliere comunale di opposizione, sempre a Teramo, del gruppo di Mauro Di Dalmazio, si presenta nella lista di centrosinistra. Una situazione che fa presupporre un'imminente riformulazione della maggioranza del capoluogo, con il gruppo di Di Dalmazio a sostegno di D'Alberto e Teramo 3.0 all'opposizione.

VEDI LISTE E CANDIDATI QUI

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni