×

Avviso

Non ci sono cétégorie

lega elettiBuongiorno , scrivo a nome di un gruppo di militanti nella provincia di Chieti e vorremo attenzionare  la SV dei problemi e malumori all’interno della Lega Abruzzo dove lo stesso partito di maggioranza nella Regione è in fase di implosione ed in particolare nella Provincia di Chieti.

 Considerato che la presente mail non contiene un comunicato,  Chiediamo gentilmente la vs attenzione riportando i punti di seguito elencati o meglio i punti più salienti delle problematiche all’interno del  partito perché oltre a distruggere lo stesso stanno rischiando di distruggere anche la Regione Abruzzo

                                                               UNA TORTA PER SOLI 4 AMICI

Dopo il terremoto all’interno del partito nella provincia di Teramo con l’uscita dal partito del capogruppo Pietro Quaresimale i problemi insorgono anche nelle altre provincie ed in particolare a Chieti che non riguarda solo un elemento. 

Dove è finita la Lega a Chieti? Intendiamo il Partito, i vertici, le figure apicali. Chi le ha viste?

Forse che Chieti “non vale una messa” per la Lega Abruzzo?

Forse perché le figure apicali sono troppo impegnate nei molteplici incarichi di potere che ricoprono da non avere tempo per una città capoluogo come Chieti.

Il commissario regionale, Luigi D’Eramo, oltre che ad essere parlamentare è anche commissario regionale in Puglia, dove si vota per l’elezione del Consiglio Regionale.

Quindi dell’Abruzzo e di Chieti cosa importerà?

Intanto su Chieti nonostante la sua assenza è totale ha ben pensato di far manovrare il tutto all’ex parlamentare Fabrizio Di Stefano dopo aver umiliato ed arginato coloro che hanno fondato il partito in città e tutta la vecchia dirigenza.  Di Stefano un elemento valido ma molto scomodo qualora si dovesse votare anche per le prossime politiche e quindi un eventuale problema in meno per la formazione delle liste considerato che è impegnato a raggiungere l’obiettivo di primo cittadino 

C’è Il plenipotenziario Gianfranco Giuliante, poi, assomma nella sua persona il ruolo di Presidente della società di trasporti regionale TUA; l’incarico di commissario nella Provincia di Teramo; l’incarico di coordinatore degli Enti Locali regionale oltre che a sedere nell’esecutivo regionale!

Avrà tempo per Chieti, e soprattutto per i militanti, oramai delusi e amareggiati?

Problema risolto in parte avendo fatto nominare proprio su Chieti una sua pedina, l’avvocato Anna lisa Bucci anch’essa nel Cda di TUA in modo da tenere sotto controllo anche il capoluogo di provincia

E a proposito: ma possibile che la Lega si sia resa responsabile di un tale schiaffo alla Legge, alla Politica e all’Etica?

Proprio la Lega di Matteo Salvini !!!

Anche nel silenzio del Presidente della Regione, infatti, il Presidente di TUA, società della Regione Abruzzo, ha anche molteplici ruoli nel Partito; quel Partito che è azionista di maggioranza della Regione e dal quale dipendono molte decisioni anche in tema di trasporti, e quindi anche è incisivo sulle decisioni di TUA.

Possibile che Giuliante finisce per essere da “controllato” anche il controllore di se stesso?

E’questo il BUON GOVERNO di Salvini in Abruzzo???

Questa risposta non potrà fornirla ai leghisti di Chieti e Provincia neppure il commissario nominato che è anche assessore, nonché vice-presidente della Regione Emanuele Imprudente. Troppo oneroso è già il suo incarico istituzionale per avere tempo di spiegarci come stanno andando le cose in Lega.

Certo che è un partito in mano a 4 amici che si spartiscono la torta!! 

Bel governo del buon governo!

Con buona pace dei tanti votanti e militanti che ci hanno creduto!

 

Un gruppo di militanti

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni