×

Avviso

Non ci sono cétégorie

“La prossima Programmazione europea dovrà vedere la Formazione andare di pari passo con lo sviluppo economico, per vincere le sfide di un mercato del lavoro in continua mutazione”. E’ quanto ha affermato questo pomeriggio l’assessore allo Sviluppo economico, Daniele D’Amario, nel corso dell’incontro on-line con gli Organismi di formazione e le Agenzie per il lavoro, organizzato nell’ambito dei tavoli partenariali “Il Futuro è partecipato”, organizzati dal Dipartimento della Presidenza. Presente alla riunione anche l’assessore al Lavoro, Pietro Quaresimale, che ha annunciato un piano di rilancio dei Centri per l’impiego, che “devono diventare un punto di riferimento tra la domanda e l’offerta. Inoltre intendiamo ripristinare i voucher per  l’apprendistato e attivare nuove misure per  favorire il reinserimento di chi ha perso il lavoro e non ha l’età per la pensione”.  Progetti accolti con favore dai responsabili delle Agenzie che hanno ribadito la necessità di creare un patto di collaborazione con la Regione per favorire l’occupazione e potenziare la formazione professionale. Per Italia Lavoro sarebbe opportuno uno strumento unico di gestione delle politiche del lavoro, che permetta alle aziende di accedere facilmente e con semplicità. In più, appaiono determinanti i percorsi per la formazione imprenditoriale, soprattutto in riferimento alle  piccole e medie aziende presenti sul territorio. Una linea d’azione condivisa anche da altri organismi di formazione presenti che hanno posto l’accento sull’importanza della sinergia tra le Agenzie e i  Centri per l’impiego. Il tema della digitalizzazione, settore critico per le piccole e medie imprese, è stato al centro dell’intervento di Confartigianato che, come Anpal Servizi, ha ribadito l’importanza di creare percorsi di formazione che rispondano ai bisogni reali del territorio. “Si è trattato di un incontro molto significativo – ha commentato la direttrice del Dipartimento di Presidenza, Emanuela Grimaldi. Nei prossimi mesi sarà nostra cura individuare un modello formativo competitivo che possa rispondere alle esigenze che ci sono state manifestate”.  Il ciclo di incontri on line prosegue domani, 27 novembre, dalle 16.30 alle 18 (https://regioneabruzzo.webex.com/meet/dpa) con i rappresentanti del Terzo settore e le Pari Opportunità.pietro-quaresimale-07.jpg

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni