R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Il comitato “SeNonOraQuando?” di Teramo comunica che venerdì 13 giugno, alle ore 15.30, si terrà la cerimonia di intitolazione della Sala polifunzionale della Provincia di Teramo a Cristina da Pizzano (1364-1431), intellettuale europea, letterata e filosofa, antesignana dell’emancipazione femminile. A illustrare i motivi dell’intitolazione intervengono il presidente della Provincia, Valter Catarra, la scrittrice Aida Stoppa, autrice del romanzo Io, Cristina. Storia di Cristina da Pizzano. Alle origini della Querelle des femmes (Galaad 2012), Monia Pecorale e Antonietta Lucci in rappresentanza di “SeNonOraQuando?”, la classe 2ªA del liceo scientifico “Albert Einstein” di Teramo con l’insegnante Daniela Patriarca. Nell’ambito del concorso scolastico sulla toponomastica femminile “Sulle vie della parità”, bandito da “SeNonOraQuando?” e patrocinato anche dalla Provincia di Teramo, sono stati proprio i ragazzi della 2ªA del liceo scientifico a individuare in Cristina da Pizzano il personaggio femminile di rilievo a cui intitolare un luogo pubblico di Teramo ancora privo di una precisa intestazione, scegliendo altresì la sala polifunzionale della Provincia come sito ideale in quanto sede di convegni, incontri e altre occasioni di scambio culturale. Il momento conclusivo del concorso “Sulle vie della parità”, con la presentazione e premiazione degli elaborati delle 10 classi di istituti superori teramani partecipanti al progetto, si è tenuto l’8 marzo proprio nella Sala polifunzionale. Il Consiglio provinciale, con la delibera n. 14 del 30 aprile 2014, ha poi approvato all’unanimità l’intitolazione della Sala polifunzionale della Provincia di Teramo a Cristina da Pizzano, accogliendo la proposta elaborata dalla ricerca della classe 2ªA del liceo “Einstein”. Sottolineando la fattiva disponibilità della Provincia, e in particolare del presidente Valter Catarra, nel dare seguito all’esito del concorso, il comitato “SeNonOraQuando?” auspica che quanto prima anche il Comune di Teramo, altro ente patrocinatore, formalizzi l’intitolazione della Sala espositiva comunale di via Palma alla scrittrice e drammaturga Goliarda Sapienza, come suggerito dal progetto vincitore del concorso “Sulle vie della parità” elaborato dalla classe 5ªA dell’Istituto Di Poppa-Rozzi guidata dall’insegnante Lino Pasquarelli.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni