×

Avviso

Non ci sono cétégorie
10353413_1445768739029462_238729961926798127_o 1622418_1445768835696119_3798677074749527623_o 9296_10203586805645798_1733589938431064663_n 10254040_10204107263471194_8729790275701560693_n 10520573_10204107262831178_6397869972833070349_n Bocciato Pagano e tutti i coordinamenti provinciali di Forza Italia della Regione. Si riparte da zero cancellando il passato che non è bene più citare. Lo ha detto ieri il coordinamento regionale che si è riunito a Pescara. Saranno co0sì azzerati i coordinamenti provinciali e quello regionale, perché sono nominati perchè non rappresentano il partito ripartndo dalle strutture interne. Il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale, Mauro Febbo, lancia la proposta per risollevare le sorti di Forza italia dopo la debacle alle elezioni del 25 maggio. Dall'altro lato, però, c'è il coordinatore regionale di Fi, Nazario Pagano che parla di un «partito nazionale, con regole da rispettare» e rimanda ai congressi di ottobre. L'occasione per discutere del futuro del partito in Abruzzo è la manifestazione “Ricostruiamo identità, progetto, partito - #èora”, che si è svolta ieri pomeriggio al porto turistico di Pescara. All'evento, che porta la firma, anche di Febbo, Riccardo Chiavaroli, Fabrizio Di Stefano, Lorenzo Sospiri e Emilio Iampieri, hanno partecipato circa 200 persone, tra amministratori, iscritti, eletti e non eletti. Per Febbo non c'è tempo da perdere: «Non possiamo permetterci di aspettare i congressi di ottobre, perché a quel punto Forza Italia sarà azzerata. L'ultimo sondaggio ci dà al 12 per cento. Dobbiamo azzerare tutto e subito, già da domani».

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni