×

Avviso

Non ci sono cétégorie
foto Chiamatelo Nucleo di Valutazione, se vi è più comodo. Oppure, come prevede la legge adesso, Organismo Indipendente di Valutazione. Il ruolo e i compiti non cambiano. E' l'organismo che oltre a verificare e dare i voti su Trasparenza, anti-corruzione e risultati dei dirigenti del Comune, dovrebbe "non essere composto nè da dipendenti nè dal segretario generale che, per altro, è Responsabile dell'anti-corruzione". A Teramo invece succede così e, denuncia il Movimento Cinque Stelle, "sul sito del Comune non è dato sapere nulla: nè quante volte si riunisce l'OIV, nè quali atti abbia prodotto, nè quale sia l'importo dei compensi riconosciuti ai componenti (segretario, presidente - il direttore generale Cugnini- , Franco Paterna e Andrea Ziruolo) nè che fine abbia fatto visto che, rimanendo in carica tre anni,  dovrebbe essere decaduto a luglio 2013..." Tutti interrogativi che il Movimento Cinque Stelle (capogruppo Fabio Berardini e consigliere comunale Paola Cardelli) presenterà nel Consiglio domani pomeriggio, anticipando veri e punti all'ordine del giorno che verrà protocollati per la seduta di fine mese. Per il Movimento Cinque Stelle la trasparenza per il sito del Comune è un "concetto sconosciuto" e ribadisce che, nonostante "il sindaco abbia tenuto a dirci che non ci riconoscerà la Presidenza della Commissione Tutela dell'Ambiente, Traffico e Trasporti, noi la chiederemo ugualmente". Tra le proposte che sottoporrà all'amministrazione Brucchi in materia ambientale, oltre "all'iscrizione al circuito dell'applicazione "Decoro Urbano" per essere aggiornati in tempo reale, tramite segnalazioni foto e video dei cittadini, "delle anomalie e sofferenze del territorio cittadino", il Movimento suggerisce di "dare una svolta al sistema di raccolta differenziata che, ci riferiscono gli uffici comunali, difficilmente andrà oltre al 62.8% così com'è adesso..." La proposta è quella della cosidetta "ecobank", una sorta di isola ecologica a costo zero (ne esistono da tempo in Germania ma anche in Italia, in Piemonte ad esempio) "cui i cittadini possono accedere conferendo bottiglie di alluminio e plastica, ricevendo in cambio uno scontrino-buono spesa da usare negli esercizi commerciali convenzianati. In tempo di crisi, sarebbe un ottimo incentivo a fare una raccolta differenziata attenta, puntuale e funzionale", dichiara il capogruppo Berardini. Del progetto-fantasma di Vedelago ha parlato il consigliere comunale Paola Cardelli: "Che fine ha fatto? Quando partirà, veramente...anche perchè non si realizza nel giro di pochi mesi ma occorrono almeno quattro-cinque anni. Il tempo stringe e la riduzione delle tariffe sui rifiuti dipenderà, come dice il sindaco, anche da questo"   GUARDA IL SERVIZIO (CLICCA QUI)

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni